Ti va un caffè?

Discussione iniziata da Tempestaperfetta il 09-12-2020 - 200 messaggi - 12643 Visite

Like Tree209Likes
  1. Tempestaperfetta Tempestaperfetta è offline JuniorMessaggi 1,212 Membro dal Mar 2019 #1

    Predefinito Ti va un caffè?

    Mio papà, che mi insegna a preparare il caffè con la moka, perché sto diventando grande, ed è ora che io impari come si fa. Ed io tredicenne che, emozionata ed anche un po’ orgogliosa, apprendo la procedura di quello che percepisco come un rito di passaggio nell’età adulta. Mia sorella, che vive in un paese dove nei bagni non hanno il bidet e in cucina esistono solo le piastre ad induzione, sicché mettere su la moka è un’agonia, anzi un affronto. E allora mio cognato ha comprato una super macchina da bar, e si dedica ad un’assidua attività di importazione di sacchi di caffè dall’Italia. Hanno aperto la loro casa a tutti gli italiani espatriati che soffrono di nostalgia: inutile dire che non sono mai soli!
    Il mio capo, grande e grosso, che quando eravamo in giro e mi offriva il caffè, beveva immediatamente il suo, bello bollente, con un unico rapido sorso, mentre io ero ancora là, ad aspettare che un mimino si raffreddasse, e mi sentivo in imbarazzo.
    Il caffè di prima mattina con le mamme, appena portati a scuola i figli, giusto quel quarto d’ora per le spensierate chiacchiere di aggiornamento e di gossip, prima di affrontare il traffico e la giornata lavorativa. Le pause caffè al bar sotto l’ufficio, dopo il tam-tam tra colleghi: “scendi a bere un caffè?” e il ritrovo, al “nostro” tavolo attaccato alla vetrina, dapprima in tre, poi in quattro…e ad un certo punto sul marciapiede passa quell’altro che ci vede, si ferma, allarga le braccia, fa la faccia come per dire: “ma voi, lavorare mai? Sempre al bar state?” e alzando gli occhi al cielo, si sacrifica ed entra pure lui.
    Il nostro compianto amico, che durante gli interminabili tornei sportivi dei figli ci diceva, sornione e ridendo forte: “mammine belle, voi prendetevi pure il caffè, noi papà andiamo diretti di spritz, ché la giornata è lunga!” e ci prendeva sottobraccio, direzione bar.
    L’amico G. che non esiste che non offra lui il caffè a tutti. Non importa quanti siamo, anche in venti: se c’è lui, paga lui. Sempre.
    La collega F. che, invece, è abilissima nell’evitare di fare anche solo il gesto del “pago io”, e per questo – sorry – non la potrò considerare mai una persona degna di confidenze personali.
    La mia amica S., che ha sempre una tazzina di caffè pronta per me, accompagnata dal sorriso di una vera amica, ed è capace di mandarmi il messaggio perfetto, al momento giusto: “se sei libera, passa a casa mia che ti offro un caffè. Ti aspetto quando vuoi”.
    Gli amanti seduti al tavolino del bar, che lui so benissimo chi è, lei pure, e non sono sposati tra loro. Lei che lo guarda così intensamente, e quando alza la tazzina per sorseggiare il caffè, si coglie che c'è un linguaggio segreto tra loro, ed è come se lei facessa una danza per lui.
    Il caffè con mio marito, a casa nostra, in quelle tazzine con scritto “caffè al volo” che adoro, e me ne sono rimaste soltanto due, perché le altre sono state rotte (non da me!) e così ho più piattini che tazzine.
    Il barista, di un qualsiasi bar sconosciuto, che mi accoglie col sorriso e dice: “ Buongiorno! Cosa prende?”
    E io: “Un caffè lungo, indifferente se in tazza piccola o grande. Senza zucchero. Grazie!”.
    E se lui mette un cioccolatino sul piattino ed accompagna il caffè col bicchierino d’acqua, beh, quel caffè sarà ancora più piacevole, e di quel bar mi ricorderò.


     
  2. L'avatar di norge

    norge norge è offline MasterMessaggi 31,534 Membro dal Jan 2019 #2

    Predefinito

    A me piace il caffè nero o macchiato ma senza zucchero.
    Una volta ho provato il caffè turco.
    Ero in Grecia e non sapendo come dovevo fare ho girato e bevuto, a momenti mi strozzavo.
    Successivamente ho fatto con un amico tappa a Istanbul e gli chiediamo ancora caffè.... appena il cameriere va via ci guardiamo negli occhi " nooo dovevamo dire espresso!" Quello turco a noi non piaceva.... il cameriere arriva con 2 espressi.
    Meno male !!!

    Ma alla fine della nostra vacanza ci siamo abituati a tutti i tipi di caffè.... paese che vai, usanza che trovi...
    Tempestaperfetta likes this.
    " Non parlare mai di Amore e Pace: un Uomo ci ha provato e lo hanno crocefisso !" ( Jim Morrison)


    " Gli animali non si preoccupano del Paradiso o dell'Inferno. Nemmeno io, forse è per questo che andiamo d'accordo. " ( Charles Bukowski)
     
  3. L'avatar di Minsc

    Minsc Minsc è offline Super FriendMessaggi 7,063 Membro dal Aug 2020
    Località Italia
    #3

    Predefinito

    Il caffè ormai fa parte di noi, almeno per la maggior parte delle persone, ha ormai questo valore simbolico e non manca mai, che sia per al mattino quando ti svegli, dopo il pranzo, la sera, quando sei con gli amici, al bar, quando inizi una frequentazione e hai un appuntamento, quando hai un appuntamento di lavoro o ti incontri con i colleghi universitari, dopo una cena romantica con tua moglie o la tua ragazza, al mare in estate con un bel caffè freddo

    Ti da quella sensazione di non solo piacere ma anche rilassamento quasi spirituale e a volte per un momento seppur breve ti dimentichi di ciò che ti circonda e dei problemi. Ti aiuta a concentrarti che sia in quel progetto a cui lavoravi o quel problema che non riesci a risolvere e come per magia dopo un bel caffè ecco che la trovi la soluzione

    Tendenzialmente lo prendo amaro ma in occasioni speciali lo preferisco con la panna, un'esplosione di gusto
    (ok ora pagatemi i diritti se dovrete usare il mio commento per future pubblicità )
    toshio27 likes this.
    "Nessuna causa è persa finché ci sarà un solo folle a combattere per essa"

    "Dove l'amore impera, non c'è desiderio di potere, e dove il potere predomina, manca l'amore. L'uno è l'ombra dell'altro"

    "Il progresso tecnologico è come dare un'ascia ad un pazzo criminale"

    "Il cambiamento non viene mai senza dolore"

    "Anche nei momenti bui, non possiamo rinunciare alle cose che ci rendono umani"

     
  4. L'avatar di antonio60

    antonio60 antonio60 è offline JuniorMessaggi 2,026 Membro dal Mar 2020 #4

    Predefinito

    Io bevo pochi caffè, qualche giorno anche nessuno. Spesso però è quasi un rito.
    Dopo un buon pranzo, in un incontro particolare, sia esso di lavoro o amicale.
    Non "tanto per prenderlo": deve essere buono e mi piacciono quei locali o ristoranti dove hanno una vasta scelta, provare qualche aroma nuovo.

    Per certi versi era un rito anche la macchinetta del caffè quando lavoravo in azienda. Il caffè era quasi una scusa, per parlare a ruota libera, per incontrare colleghi di altri uffici. Indipendentemente dal livello e grado, alla macchinetta del caffè si era tutti uguali.

    Mio nonno diceva che il caffè perfetto è "sedente, bollente e... per niente (gratis)!"
     
  5. L'avatar di Minsc

    Minsc Minsc è offline Super FriendMessaggi 7,063 Membro dal Aug 2020
    Località Italia
    #5

    Predefinito

    Non è un caso se crearono "camera caffè" del resto, come dici tu è come un rito
    "Nessuna causa è persa finché ci sarà un solo folle a combattere per essa"

    "Dove l'amore impera, non c'è desiderio di potere, e dove il potere predomina, manca l'amore. L'uno è l'ombra dell'altro"

    "Il progresso tecnologico è come dare un'ascia ad un pazzo criminale"

    "Il cambiamento non viene mai senza dolore"

    "Anche nei momenti bui, non possiamo rinunciare alle cose che ci rendono umani"

     
  6. Tempestaperfetta Tempestaperfetta è offline JuniorMessaggi 1,212 Membro dal Mar 2019 #6

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da antonio60 Visualizza Messaggio
    Io bevo pochi caffè, qualche giorno anche nessuno. Spesso però è quasi un rito.
    Dopo un buon pranzo, in un incontro particolare, sia esso di lavoro o amicale.
    Non "tanto per prenderlo": deve essere buono e mi piacciono quei locali o ristoranti dove hanno una vasta scelta, provare qualche aroma nuovo.

    Per certi versi era un rito anche la macchinetta del caffè quando lavoravo in azienda. Il caffè era quasi una scusa, per parlare a ruota libera, per incontrare colleghi di altri uffici. Indipendentemente dal livello e grado, alla macchinetta del caffè si era tutti uguali.

    Mio nonno diceva che il caffè perfetto è "sedente, bollente e... per niente (gratis)!"
    Sottoscrivo! Hai espresso (...visto che siamo in tema di caffè!) benissimo il concetto fondamentale: il rito del caffè, come momento di incontro, anche "paritario", e spesso occasione per scoprire certi aspetti di una persona che mai avresti pensato, per entrare in confidenza e fare il c.d. "salto di qualità" nella sua conoscenza.
     
  7. L'avatar di luca9028

    luca9028 luca9028 è offline Super FriendMessaggi 6,042 Membro dal Apr 2020 #7

    Predefinito

    Ciao Tempesta grazie..lo,prendo volentieri..😉👍
     
  8. L'avatar di Hannibal__Lecter

    Hannibal__Lecter Hannibal__Lecter è offline FriendMessaggi 3,721 Membro dal Aug 2020 #8

    Predefinito

    Che bel thread..
    Il caffè è, forse, l'unica cosa al mondo a cui non saprei mai rinunciare...
    Alla classica domanda "Cosa porteresti con te in un'isola deserta", non avrei dubbi: una moka ed una scorta inesauribile di caffè (anche se, confesso, negli ultimi tempi sto tradendo sempre più spesso la mia amata moka col Nespresso... ).
    Il caffè lo prendo sempre ed in qualunque posto: non saprei cominciare una giornata senza averne preso uno quando ancora ho gli occhi chiusi per il sonno. Ma la cosa che mi piace di più è portarne uno a letto alla mia compagna e berne un'altro con lei..
    Poi, immancabile, un altro caffè nella "pausa caffè" coi colleghi ed, infine, un ultimo dopo pranzo. Più raramente un'altra "pausa caffè" nel pomeriggio.
    Tutto questo, ovviamente, è possibile solo in Italia, quando sto all'estero sembro un drogato in crisi di astinenza, appena arrivo in una città vado subito alla caccia di un locale dove facciano un caffè "almeno" decente, e se non ne trovo uno è una tragedia vera per me... Anche se, previdentemente, mi portò sempre una scorta di Pocket Coffee dall'Italia per emergenza...
    Ricordo una volta in Grecia che, esasperato per la solita brodaglia che mi veniva servita, ho offerto 10 euro al barista purché mi permettesse di farmi il caffè DA ME: porca miseria, mi sono detto, la macchina è italiana (una Faema), il caffè pure (Lavazza) per quale motivo il caffè deve fare schifo? Sicuramente doveva essere perché ne mette poco e/o non lo pressa bene.
    Il cameriere s'è preso i 10 euro e mi ha lasciato fare il caffé: ho messo doppia dose, l'ho pressato ben bene, è uscito fuori un caffè fortissimo ma...ugualmente una vera schifezza!
    Mi hanno poi spiegato che anche le marche italiane all'estero spesso vendono un caffè diverso rispetto a quello che vendono in Italia, per questo è quasi impossibile poter trovare un caffè decente
    Un'altra volta (ero in un Paese asiatico), esasperato perché, pur chiedendo un espresso ristretto il cameriere del mio albergo mi portava sempre una tazzona con la brodaglia, sperando di farmi capire (non parlava bene inglese) gli dissi che volevo un espresso in una tazzina PICCOLA.. Lui si è inchinato, mi ha sorriso, è andato di là, ha preso la brodaglia dalla tazza grande e l'ha messa in una tazzina piccola piena fino all'orlo e quindi me l'ha riportata...
    C'è poco da fare, il vero caffè si beve solo da noi... Dici caffè e pensi a Napoli (come lo fanno lì da nessuna altra parte mai), pensi al caffè sospeso dei bar nei vicoli dei Quartieri Spagnoli, pensi a Eduardo...
    Il caffè é Italia.
    Il caffè è casa.
    Tempestaperfetta and toshio27 like this.


    "​Vorrei che potessimo parlare più a lungo, ma sto per avere un vecchio amico per cena"
     
  9. L'avatar di thefranco

    thefranco thefranco è offline MasterMessaggi 40,794 Membro dal Aug 2009 #9

    Predefinito

    io solo caffe' con moka......
    io non ho detto che l'anziantià giustifica perchè allora the sarebbe un killer qua dentro e aji peggio...
    sandy......09-03-2013......che data da spavento.....
     
  10. L'avatar di norge

    norge norge è offline MasterMessaggi 31,534 Membro dal Jan 2019 #10

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Hannibal__Lecter Visualizza Messaggio
    Mi hanno poi spiegato che anche le marche italiane all'estero spesso vendono un caffè diverso rispetto a quello che vendono in Italia, per questo è quasi impossibile poter trovare un caffè decente nessuna altra parte mai), pensi al caffè
    Vero a me è capitato con la pasta in campeggio... marca italiana ma la pasta non era uguale!
    " Non parlare mai di Amore e Pace: un Uomo ci ha provato e lo hanno crocefisso !" ( Jim Morrison)


    " Gli animali non si preoccupano del Paradiso o dell'Inferno. Nemmeno io, forse è per questo che andiamo d'accordo. " ( Charles Bukowski)