timidezza cronica? - Pagina 2

Discussione iniziata da oltrepo il 18-05-2020 - 18 messaggi - 1020 Visite

Like Tree11Likes
  1. oltrepo oltrepo è offline FriendMessaggi 2,813 Membro dal Jul 2013
    Località pavia
    #11

    Predefinito

    no nessun controllo


     
  2. oltrepo oltrepo è offline FriendMessaggi 2,813 Membro dal Jul 2013
    Località pavia
    #12

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da norge Visualizza Messaggio
    Sì ma i docenti all'intervallo non hanno vigilato? Dai noi erano severissimi. Addirittura ognuno doveva stare con la sua classe non ci si poteva spostare dal luogo assegnato per la ricreazione.
    no non hanno vigilato
     
  3. oltrepo oltrepo è offline FriendMessaggi 2,813 Membro dal Jul 2013
    Località pavia
    #13

    Predefinito

    sempre nel tema della mia timidezza…..
    mi ricordo quella volta che con mio padre andai in una concessionaria dove si poteva vincere una vettura con la chiave trovata sul giornale,sallii sulla vettura ma putroppo la chiave non funzionava allora ti davano un premio di consolazione, allora andavi alla reception e li cera una ragazza molto bella bisognava scegliere un numero,mio padre mi disse…… dai scegli un numero…………..mai di fronte a quella ragazza molto bella non ebbi il coraggio di parlare abbassai lo sguardo e divenni rosso,alla fine in numero lo scelse mio padre avevo 12 anni
     
  4. L'avatar di Melograna

    Melograna Melograna è offline JuniorMessaggi 1,763 Membro dal Aug 2019 #14

    Predefinito

    Non ha senso prendertela con i tuoi genitori. Sicuramente con te hanno fatto quello che hanno saputo e potuto fare. Oggi la vita è in mano tua e sta a te dirigerla. I genitori non hanno i superpoteri per far cambiare temperamento al proprio figlio, né io al loro posto ti avrei mandato da uno psicologo per la timidezza. Su, non esageriamo.
    Io da piccola ero molto timida, e i miei genitori non ne hanno fatto mai un dramma. Semplicemente accettavano la cosa, e quindi io non l'ho vista come una cosa grave o come un difetto. La mia fortuna è stata che frequentavo una scuola privata, dove si faceva anche canto, recitazione, cucito, lavorazione della creta, e altri laboratori artistici. E ho potuto vedere che sul palcoscenico diventavo un'altra: spigliata, sicura di me.
    Crescendo ho vinto da sola la timidezza all'età di 14 anni. Da lì in poi sono diventata inaspettatamente estroversa, ma sai dove ho ancora conservato la mia timidezza? Con gli uomini. Con loro nei primi approcci, anche se sono loro a farli, sono "un simpatico disastro". Ma che importa? A loro (e a me) piace!
    oltrepo, Hurrem and luca9028 like this.
    La cattiveria ha due genitori: l'ignoranza e la sofferenza.
     
  5. oltrepo oltrepo è offline FriendMessaggi 2,813 Membro dal Jul 2013
    Località pavia
    #15

    Predefinito

    ricordo quella volta che ero l mare con un mio amico aveva un anno in piu di me 16 ma era avanti anni luce rispetto a me,appena vedeva una ragazzina andava ad approcciarla,mi disse dai cosa fai sulla sdraio vieni qua a parlare!! io andai ma mi sentivo terribilmente a disagio mentre parlavo abbassavo lo sguardo troppo timido….. il mio amico era l,unico che era riuscito a istaurare un dialogo con loro e le sue amiche.. peccato che partimmo dopo pochi giorni
     
  6. L'avatar di SoloInMente

    SoloInMente SoloInMente è offline JuniorMessaggi 1,210 Membro dal Jun 2019 #16

    Predefinito

    A me fortunatamente la timidezza sta diminuendo, certo si fa ancora sentire in certi momenti ma impegnandomi un po riesco spesso a superarla mentre qualche anno fa ero sempre bloccato
    luca9028 likes this.
    Tutti possono farcela
     
  7. L'avatar di Hurrem

    Hurrem Hurrem è offline FriendMessaggi 4,200 Membro dal Aug 2017 #17

    Predefinito

    Sottoscrivo tutto ciò che ha detto Melograna, tra l’altro mi sono ritrovata tantissimo nella sua descrizione.
    Anche io sono stata veramente timida e chiusa come bambina, però non per questo sono stata mandata in terapia. Mia madre ha adottato l’approccio soft, ossia evitare di mettermi in situazioni che mi causassero troppo disagio e lasciandomi nella mia chiusura.
    Col tempo sono stata io a stufarmi di essere così silenziosa, chiusa ed isolata perché in realtà avevo tanto da dire e condividere con gli altri. Avevo solo paura del giudizio altrui, di non essere accettata. E sono riuscita a superarlo. È come se avessi spento una parte del mio cervello. Mi rendo conto che ogni tanto si riaccende però cerco di gestire il tutto al meglio.

    Penso che ogni genitore faccia del suo meglio, nessuno nasce imparato e non è facile. Dovresti iniziare a prenderti le tue responsabilità, sembra che tu voglia sempre incolpare i tuoi genitori (tua madre soprattutto) ma nella vita non è mai troppo tardi per cambiare qualcosa. Potevi (e ancora puoi) farlo tu da adulto, senza rimuginare continuamente sul passato e su quelli che ritieni essere gli errori commessi dai tuoi genitori.
    Melograna and luca9028 like this.
    Optimist: Someone who figures that taking a step backward after taking a step forward is not a disaster, it's more like a cha-cha.​
     
  8. oltrepo oltrepo è offline FriendMessaggi 2,813 Membro dal Jul 2013
    Località pavia
    #18

    Predefinito

    Ricordo che fin dalle scuole elementari ero timidissimo sopratutto con le bambine,una volta feci una festa di compleanno a casa, inviati solo i maschi perche mi vergognavo invitare le bambine,a differenza degli altri bimbi estroversi e avanti anni luce da me che pensavano ad invitare prima le bimbe maga subito la piu bella della classe,questi problemi di timidezza cronica mi ha creato problemi fin da piccolo a relazionarmi con l,altro sesso poi portata avanti negli anni seguenti e peggiorata con il bullismo e la fobia sociale,tutto e iniziato a passare un po verso i 38/40 anni ma ormai era tardi....