Tolo Tolo - Pagina 5

Discussione iniziata da SalvoM. il 04-01-2020 - 141 messaggi - 6322 Visite

Like Tree65Likes
  1. L'avatar di SoloInMente

    SoloInMente SoloInMente è offline JuniorMessaggi 1,218 Membro dal Jun 2019 #41

    Predefinito

    Comunque è piaciuto a tutti i conoscenti ed amici che sono andati a vederlo, è un film divertente e bisogna andare a guardarlo prendendo così come è, se si vuole la credibilità non si va a vedere questo film mi sembra ovvio, se ci si vuole passare 1 ora e mezza con qualche risata ed una storia divertente per quanto surreale è il film giusto da vedere, io sono andato a vederlo e mi aspettavo una cosa proprio così quindi non sono rimasto deluso, chi rimane deluso è perché si aspetta un altro tipo di film ma si sa che tipo di film è quindi c'è poco da lamentarsi, in ogni caso io vedo che molta gente lo consiglia ad altra gente e quindi incasserà tantissimo.


    Tutti possono farcela
     
  2. DarkSaga DarkSaga è offline BannedMessaggi 3,268 Membro dal Sep 2014 #42

    Predefinito

    Io ho visto uno di quelli precedenti al cinema che sempre aveva incassato tantissimo e sono morto dal sonno. Ma nell'Italia del cinepanettone dove si ride quando si pesta la cacca, posso capire Zalone.
     
  3. L'avatar di SalvoM.

    SalvoM. SalvoM. è offline JuniorMessaggi 2,190 Membro dal Oct 2019 #43

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da DarkSaga Visualizza Messaggio
    Io ho visto uno di quelli precedenti al cinema che sempre aveva incassato tantissimo e sono morto dal sonno.
    Mi rendo,conto che, probabilmente, avrebbe destato un maggiore interesse da parte tua un bel film austroungarico con sottotitoli in cecoslovacco, ma Zalone aveva un unico obiettivo: "arrivare" al maggior numero di persone possibile... E solo con un film del genere poteva riuscirci...
    Ognuno, poi, consideri per i fatti suoi se l'abbia fatto per far "passare" un determinato messaggio o solo per fare una montagna di soldi ( o per ambedue gli obiettivi, che non è detto si escludano a vicenda, anzi... ).
     
  4. L'avatar di SalvoM.

    SalvoM. SalvoM. è offline JuniorMessaggi 2,190 Membro dal Oct 2019 #44

    Predefinito

    Comunque, il film di Zalone, nonostante la pioggia di critiche contrarie ( o, forse, PROPRIO per questo... ) è già arrivato a 30 milioni di incasso in appena 5 giorni di programmazione, con la prospettiva di frantumare il precedente record ( sempre suo, detenuto con "Quo Vado" ) di incasso globale.
    soyconchita likes this.
     
  5. DarkSaga DarkSaga è offline BannedMessaggi 3,268 Membro dal Sep 2014 #45

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da SalvoM. Visualizza Messaggio
    Comunque, il film di Zalone, nonostante la pioggia di critiche contrarie ( o, forse, PROPRIO per questo... ) è già arrivato a 30 milioni di incasso in appena 5 giorni di programmazione, con la prospettiva di frantumare il precedente record ( sempre suo, detenuto con "Quo Vado" ) di incasso globale.
    E quindi? Avengers: Endgame ha incassato 2 miliardi e mezzo, sempre spazzatura è.
    Il record d'incasso è del tutto relativo.

    Bladerunner è uno dei più grandi flop della storia al botteghino, ma è comunque considerato uno dei più grandi film di fantascienza di sempre, al pari di capolavori tipo Metropolis.

    La roba di Zalone è oggettivamente spazzatura da cinepanettone, da qualsiasi punto la guardi. Nemmeno a dire che ha la cgi che potrebbe salvare il film, tipo Avengers appunto (dove la cgi, per inciso, fa schifo, perché fatta a basso costo per via della quantità).
    xochimilco89 likes this.
    Ultima modifica di DarkSaga; 06-01-2020 alle 15:18
     
  6. DarkSaga DarkSaga è offline BannedMessaggi 3,268 Membro dal Sep 2014 #46

    Predefinito

    Ognuno, poi, consideri per i fatti suoi se l'abbia fatto per far "passare" un determinato messaggio o solo per fare una montagna di soldi ( o per ambedue gli obiettivi, che non è detto si escludano a vicenda, anzi... ).
    Per i fatti suoi? Dire che il film è spazzatura è un mio diritto. Anzi, lo ripeto: è percolato puro, quindi pure peggio della spazzatura.

    Se vuoi topic a senso unico dove utenti ti danno ragione perché hai bisogno di ingrandire il tuo ego, apriti un forum privato. Come ha provato a fare un altro utente del resto, che aveva lo stesso difetto.
    Melite likes this.
     
  7. L'avatar di stellaguerriera

    stellaguerriera stellaguerriera è offline SeniorMessaggi 11,330 Membro dal Sep 2011
    Località nel blu dipinto di blu
    #47

    Predefinito

    @SalvoM
    Io l'ho trovata una buona critica del film, l'ho appena visto e mi è piaciuto. Comprendo il disagio di chi era in sala, ma credo che il giorno dopo avranno dimenticato tutto.
    SalvoM. likes this.
    Sai, se devo essere sincero, io provo veramente una grande invidia per chi non ha esitazioni nell'indicare i propri desideri. So che se dovessi provarci io non mi verrebbe in mente nulla.

    Beh, tanto meglio... Vuol dire che hai già tutto quello che ti serve e non ti manca nulla.
     
  8. L'avatar di Dedelind

    Dedelind Dedelind è offline JuniorMessaggi 1,280 Membro dal Apr 2017
    Località Come fu che Masuccio Salernitano fuggendo con le brache in mano riuscì a conservarlo sano
    #48

    Predefinito

    Ho letto adesso la trama del film: praticamente è un remake di "Mollo tutto", un film del 1995 con Pozzetto protagonista.
    Melite and norge like this.
    Spazio in allestimento
     
  9. L'avatar di fausto62

    fausto62 fausto62 è offline SeniorMessaggi 13,956 Membro dal Apr 2018
    Località Stato Pontificio
    #49

    Predefinito

    Incredibile, Pozzetto un precursore ... sempre comici i più illuminati ... c'è da rifletterci su ...
    2020 . . . bi.sex.stile ... sex.stile ... stile ... bi bi ...
     
  10. L'avatar di fausto62

    fausto62 fausto62 è offline SeniorMessaggi 13,956 Membro dal Apr 2018
    Località Stato Pontificio
    #50

    Predefinito

    CHECCO ZALONE DIVIDE ET IMPERA – ENRICO LETTA ELOGIA UN CHECCO "MIGLIORATO". SIMONE DI STEFANO, IN QUOTA CASA POUND, SI ARRABBIA PER LA "BUGIA STUPIDA DELLA CICOGNA CHE CI FA NASCERE PER CASO" - LA MURGIA ESALTA "IL CORAGGIO" DI CHECCO E VIENE SPERNACCHIATA SUI SOCIAL - C'È CHI INVITA SU 'FAMIGLIA CRISTIANA' SALVINI A VEDERE IL FILM E CON SALVINI, ANCHE I GRILLINI PERCHÉ NELLA STORIA C’È...

    Il suo prossimo film Checco Zalone potrebbe farlo sull' Italia divisa da un film di Checco Zalone. C' è materia interessante: o meglio, ci siamo tutti. C' è chi l' ha subito accusato di razzismo alla vista del trailer con la canzone intitolata Immigrato . C' è chi si è ricreduto, magari dopo aver proposto il comico per la carica di senatore a vita, trovandolo infine insopportabilmente buonista: «Propaganda globalista, immigrazionista ».

    C' è chi invita Salvini a vedere il film - un articolo su Famiglia Cristiana , per esempio; e con Salvini, anche «i leghisti, i sovranisti, i grillini » (nella storia c' è un personaggio che fa pensare alla rapida carriera politica di Luigi Di Maio). C' è chi si aspettava di ridere molto, come per i film precedenti, e dice di avere riso troppo poco. Ma soprattutto c' è il plotone degli esegeti: quelli che vogliono spiegare Zalone a chi - così suppongono - non l' ha capito, finendo per aprire il fuoco degli insulti. Se non lo capite siete ignoranti. Se non lo capite siete razzisti. Se non lo capite siete ipocriti. E via con la consueta canea social fatta di repliche e controrepliche. Voi che dite di capirlo, siete noiosi, siete "sardine" che avete trovato il nuovo araldo.

    Solo uno come Zalone saprebbe portare sul grande schermo questo sgangherato, esagitato dibattito su Zalone, e lo farebbe così meravigliosamente e crudelmente da fare arrabbiare tutti. Perché la vera notizia è questa: il più popolare attore comico italiano, baciato da un successo fuori misura (l' incasso di una sola giornata è quello che tre quarti dei film non raggiungono nell' intera programmazione), ha scatenato una discussione cine-politica che, per toni e istanze, pare uscita dal numero impazzito di una rivista di trenta, quarant' anni fa, Rinascita o Linea d' ombra.

    Tolo Tolo come La classe operaia va in paradiso , il film "eterodosso" che non fa contento nessuno? A colpi di tweet, nel secondo giorno di programmazione si sono sfidati cinefili anonimi e illustri, dai benevoli Fiorello e Muccino ai leader politici. Ignazio La Russa che esibisce il suo colpo di sonno e Enrico Letta che elogia un Checco «migliorato». Simone Di Stefano, in quota Casa Pound, che si arrabbia per la «bugia stupida della cicogna che ci fa nascere per caso» (il riferimento è a una geniale trovata finale del film, ma non posso aggiungere altro). Intellettuali: Michela Murgia che elogia il coraggio di uno Zalone che ha preferito «il senso al consenso». All' istante c' è chi risponde che, se il film è piaciuto alla Murgia e a Letta, qualcosa vorrà dire: «Il coraggio di Checco Zalone? Ma che Paese è questo?» si chiede qualcuno sotto il post di Murgia. E forse è l' unica domanda sensata.

    «Si attende l' apocalisse» aveva scritto su queste pagine Natalia Aspesi. Eccola. Sceneggiato insieme a Paolo Virzì, Tolo Tolo è di sicuro un film, se non scomodo, poco conciliante. Intelligente al punto che può sgusciare via da sotto qualunque cappello: anche chi si sentisse portatore dello sguardo giusto, etico, umanitario troverebbe la propria caricatura (il personaggio patetico di un reporter francese che dispensa parole alate sulla «dignità » dei migranti).

    Non ci si spancia dalle risate, è vero; e anche questo è il segno di una strada più impervia presa da Luca Medici alias Zalone, forse un po' più Medici e un po' meno Zalone. Qualcuno gli rimprovera le 1100 sale monopolizzate dal suo film («troppe rispetto al povero Loach!»), e tuttavia da quelle 1100 sale - è un fatto - non ha distribuito dolciumi. C' entra il modello dell' antica e amara commedia italiana? "Meritarsi" Alberto Sordi è come "meritarsi" Checco Zalone?

    In ogni caso, è più divertente (e istruttivo) vedere come la platea del 2020 riesca a dividersi nervosamente su un film che rappresenta il peggio di quasi tutti, buoni compresi. E se il nuovo Zalone nei panni dell' incendiario involontario ha dato fuoco a qualcosa, è un' immensa e trasversale - italianissima - coda di paglia.
    2020 . . . bi.sex.stile ... sex.stile ... stile ... bi bi ...