Tradimento e confusione

Discussione iniziata da franci.10098 il 26-02-2021 - 18 messaggi - 1490 Visite

Like Tree13Likes
  1. franci.10098 franci.10098 è offline PrincipianteMessaggi 6 Membro dal Feb 2021 #1

    Predefinito Tradimento e confusione

    Ciao a tutte/i, so che con questa breve storia attirerò le peggio cose ma ho bisogno di una mano.

    Inizio col dire che ho tradito il mio ragazzo, io 23 anni lui 30 con un mio collega di lavoro, 33 anni (impegnato).

    E' da quando è arrivato in ufficio che mi è saltato all'occhio e ho sempre provato interesse per lui, per un periodo ho lanciato qualche timido segnale che pensavo non avesse colto.
    Nel mentre mi fidanzo e me lo tolgo dalla testa, per cosi dire, dopo qualche tempo di serenità come un fulmine a ciel sereno e senza il minimo preavviso, durante lo smart working, mi scrive che ha una voglia matta di baciarmi. Il cuore quella sera ha iniziato a battere ovunque, l'ho chiamato e gli ho detto che non era rispettoso per le persone intorno. Pentita, gli scrivo di vederci per chiarire, non so se sono partita con quella intenzione ma ci siamo baciati.

    Un bacio breve, forse anche un po' spaventato ma che mi ha emozionata tanto. Per qualche giorno non ci sentiamo e mi sento uno schifo nei confronti del mio ragazzo. Qualche giorno dopo rivedo LUI e gli dico che non voglio continuare la storia, ma ci baciamo ancora. Questa volta mi sono sentita piu' fredda e mi sono rincuorata di essere riuscita a disinnescato. LUI insiste per un po' poi se ne va. Io nel mentre mi sento sporca, e tremendamente in colpa. Appena rientro in ufficio i miei occhi incrociano i suoi e dopo un paio di giorni di resistenza ci ricasco, in parole povere andiamo avanti per 3 mesi sentendomi sempre in colpa e dicendo lui che non voglio continuare e non vedo una storia con lui.

    Con lui non ho mai consumato, ma ci siamo andati vicini (LUI su quello non ha mai pressato nonostante credo lo desiderasse da matti), per senso di colpa non sono mai riuscita a lasciarmi andare del tutto e questo dico la verità mi ha dato la forza di andare avanti e di voltare pagina, ma mi sto chiedendo se sia la cosa giusta da fare.

    LUI ha una promozione e viene trasferito, da li ho deciso di non vederlo piu'. Una sera capita di vederci per caso ad un ristorante e ci continuiamo a scambiare sguardi, finisce che finisco nella sua auto a fare petting. Quello è è stata l'ultima volta che l'ho visto. Non ho piu' voluto avere contatti con lui, ma nonostante gli scrivessi che mi faceva male sentirlo, lui continuava ad insistere nel voler riallacciare con me e che per me prova sentimenti sinceri. Abbiamo litigato tanto e ci siamo trattati male, ammetto che mi è sceso un po' con alcuni comportamenti, forse per l'insistenza.

    Nel mentre io decido di andare a convivere con il mio ragazzo, ci sto bene, è buono, è bravo, il sesso è fantastico e mi dimostra che ci tiene, ma anche se ora il non vedere LUI mi aiuta, ogni tanto mi torna in mente, i suoi modi fare, colto, spigliato, empatico, brillante, mi faceva ridere come nessuno. Con LUI mi sono sentita sempre me stessa, è l'unica persona dopo i miei genitori con la quale sono riuscita ad arrabbiarmi veramente, l'unico che è riuscito a farmi uscire tutto. Non lo so, tanto diversi ma è come se fossimo sullo stessa lunghezza d'onda.

    Prima del mio ragazzo ho frequentato una persona anche impegnata e se io ero innamorata veramente lui non lo so, fatto sta che stavo male durante quel rapporto e ad una certa ho deciso di chiudere. Il mio ragazzo mi ha dato una ventata di normalità che mi mancava tanto. Quando si è presentato LUI mi sono sentita ricatapultata in quella situazione e a gliel'ho sempre detto che non sarei riuscita a vivermelo come avrei dovuto, ma su questo non è stato molto ricettivo, mi diceva semplicemente ''io sono diverso''.

    Ora mi darete della t...a e forse a ragione, ma ho bisogno di capire cosa puo' essere una cosa e cosa puo' essere l'altra.

    Non credo di essere innamorata di LUI, ultimamente è stato molto pressante e mi ha spaventata anche un po', non nel senso violento del termine, piu' in quello di essere messa alle strette, di dover fare una scelta. Sono sicura di aver fatto la scelta giusta(il mio ragazzo). LUI mi ha sempre detto che con la sua compagna da un po' non funzionava e ora si stanno lasciando, non penso lo abbia fatto per me, ha detto pero' che questa storia gli ha aperto gli occhi a prescindere.

    A LUI ho scritto la verità, che sto con un'altra persona e che devo valutare il percorso che sto facendo, che sono felice e che ora come ora non è il momento per noi due. Che ho bisogno di tempo. Avrei dovuto troncare del tutto lo so ma anche se mi è sceso, anche se mi hanno deluso tante sue parole e litigate, quando mi chiama o mi scrive non riesco a non rispondere, e sto male nei confronti del mio ragazzo e piango. Un vortice dal quale non riesco ad uscirne.

    Vista da fuori come sembra? il tempo che passa aiuterà a dimenticarlo del tutto o quel giorno che lo vedrò' in giro mi si strozzerà lo stomaco?


    Ultima modifica di Maurice78; 26-02-2021 alle 19:35 Motivo: Correzione titolo
     
  2. Adanyy Adanyy è online JuniorMessaggi 1,358 Membro dal Dec 2020
    Località Italia
    #2

    Predefinito

    Da fuori come sembra??
    Che devi fare un pensierino sulla tua storia "ufficiale".
    Quando si arriva a tradire anche solo con il pensiero... beh.. un motivo c'è sempre anche se magari non è così chiaro.
    E se questo quasi nulla con il tuo collega ti porta addirittura a scrivere su un forum in cerca di consigli... ancora di più ti dico cerca dentro di te a che punto sei con la storia "ufficiale".

    Il tuo collega non conta, è molto più grande di te e in procinto di trasferirsi.
    Lo dimenticherai in fretta...
    norge likes this.
    Ultima modifica di Adanyy; 26-02-2021 alle 14:17
     
  3. Luce2020 Luce2020 è offline Super ApprendistaMessaggi 500 Membro dal Feb 2021 #3

    Predefinito

    Con lui ti sei sentita te stessa?? Lui è il collega?? Beh previsione: tenterai di stare lontano da lui, non ci riuscirai e ci andrai a letto. Base. Parere?? Lascia il ragazzo e viviti le storie con chi vuoi tu....ma possibilmente da single..Ora come ora non è il momento per voi due? E quando la sarà??? Tra un mese? Un anno?? O chiudi definitivamente con il tuo amico, o lasci il tuo ragazzo e vedi come va con il collega.. Abbia Pazienza hai 23 non prendere il chiul nessuno. Se ti vuoi divertire ben venga, ma non alle spalle. Ci sta fare esperienze ma non a discapito di altri. Il tuo ragazzo ha 30 penso che dietro alle storie non ha voglia di starci...
    Ultima modifica di Luce2020; 26-02-2021 alle 14:23
     
  4. Iote Iote è offline PrincipianteMessaggi 83 Membro dal Feb 2021
    Località Italia
    #4

    Predefinito

    Credo che la domanda: "visto da fuori cosa sembra?" abbia poco importanza. Quello che conta é come la vedi te. Questa domanda denota, ingenuamente, una gran confusione nel vivere la tua situazione..... Almeno, questo mi sembra...
    Mi sembra, ma questo é solo una mia impressione, che nella vita sentimentale tu ti faccia trascinare dalle situazioni. Sarebbe meglio invece viverle con scelte consapevoli, responsabili, che ti appartengono.
    Per far questo, prima di tutto bisogna farsi le domande giuste. Domande che vanno rivolte a sé stessi. Vedrai che poi le analisi dei fatti saranno piú chiare.
    Se mi posso permettere un consiglio, rileggi per prima tu la tua storia. Per ogni evento, per ogni situazione poniti delle domande adeguate. Vedrai che molta di quella confusione sentimentale che vivi svanirà
    franci.10098 likes this.
     
  5. robinson_crusoe robinson_crusoe è offline Ex Utente di Amando.itMessaggi 91 Membro dal Feb 2021 #5

    Predefinito

    Sei molto giovane e probabilmente hai voglia di emozioni fresche, io ti direi di chiudere la storia con il tuo ragazzo e gettarti tra le braccia del tuo collega, o di altri uomini magari. Viviti senza pensieri la gioventù, poi quando avrai anche tu 30 anni penserai a trovare qualcuno con cui sistemarti.
     
  6. fantasticonov fantasticonov è offline BannedMessaggi 4,220 Membro dal Jan 2020 #6

    Predefinito

    [QUOTE=Adanyy;4375671]Da fuori come sembra??
    Che devi fare un pensierino sulla tua storia "ufficiale”. [QUOTE]

    Non solo. Secondo me ti devi chiedere perché a 23 anni non riesci a stare in una relazione esclusiva ma ne stai male. In tutta franchezza io cercherei un percorso psicoterapeutico per indagare te stessa.
    franci.10098 likes this.
     
  7. franci.10098 franci.10098 è offline PrincipianteMessaggi 6 Membro dal Feb 2021 #7

    Predefinito

    Ciao e grazie a tutti per le risposte

    Citazione Originariamente Scritto da Luce2020 Visualizza Messaggio
    Con lui ti sei sentita te stessa?? Lui è il collega?? Beh previsione: tenterai di stare lontano da lui, non ci riuscirai e ci andrai a letto. Base. Parere?? Lascia il ragazzo e viviti le storie con chi vuoi tu....ma possibilmente da single..Ora come ora non è il momento per voi due? E quando la sarà??? Tra un mese? Un anno?? O chiudi definitivamente con il tuo amico, o lasci il tuo ragazzo e vedi come va con il collega.. Abbia Pazienza hai 23 non prendere il chiul nessuno. Se ti vuoi divertire ben venga, ma non alle spalle. Ci sta fare esperienze ma non a discapito di altri. Il tuo ragazzo ha 30 penso che dietro alle storie non ha voglia di starci...
    Si LUI è il mio collega, si mi sono sentita me stessa, inizialmente ho avuto sempre nei suoi confronti una sorta di timore reverenziale, bastava che mi facesse un'osservazione o una battuta e diventavo paonazza, poi quando ci siamo conosciuti meglio in pochissimo tempo è come se fosse riuscito a sbloccarmi del tutto, ogni tanto mi sono sentita mentalmente nuda, e io che sono ermetica come poche, ho avuto un po' paura. Non lo so se andrà cosi', diciamo che voglio provare a vivermi la mia storia, io amo il mio ragazzo, ma mi domando se il il fuggire cosi' tanto ostinatamente da LUI non sia solo un volersi pulire la coscienza. So che il tempo piano piano affievolirà tutto ma mi domando se sia la cosa giusta da fare. Per un anno intero (se non di piu') ho pensato come sarebbe con LUI, come mi sarebbe piaciuto averlo accanto, anche all'inizio della mia storia ufficiale (delle quale inizialmente non ero convinta, ora si) ho lanciato qualche segnale e nonostante lui l'abbia percepito non mi ha dato mai un minimo segno di interesse. Poi come ho scritto, dall'oggi al domani mi si è stravolto il mondo.

    Per l'impeto con il quale è arrivato non vorrei che mi sia preclusa qualcosa per paura di viverlo, dico la verità se all'inizio della mia storia LUI fosse arrivato, probabilmente non avrei avuto il minimo dubbio, poi con il tempo il mio ragazzo mi ha dimostrato tantissimo davvero e ora so che tengo a lui (il mio ragazzo), tanto.

    Quando mi chiedi quando lo sarà? non lo so, da una parte vorrei che diventasse il passato, poi in pratica non riesco. Mi piace pensare che se un giorno dovessero esserci le condizioni adatte potrei viverlo.

    LUI mi ha sempre dato l'impressione di persona inaffidabile (a differenza del mio ragazzo) a livello di relazioni nonostante venga da una lunga storia.

    Vengo da storie passate che mi hanno un po' segnato, a parte una ho sempre avuto l'impressione che le persone volessero prima il mio corpo poi me, se dovessi finire a letto con lui e poi puff dovesse sparire come è arrivato?

    Ho il timore di aver razionalizzato le emozioni provate con LUI per paura di viverle, non lo so mi sento confusa, una volta a LUI ho detto che non potremmo mai stare insiime perchè viene da una storia troppo lunga e non riuscirò' mai a prendere il suo cuore del tutto.

    Per farvi capire l'instabilità
    Ultima modifica di franci.10098; 01-03-2021 alle 06:09
     
  8. franci.10098 franci.10098 è offline PrincipianteMessaggi 6 Membro dal Feb 2021 #8

    Predefinito

    Farsi delle domande, ma quali? io voglio vivere serena con una persona accanto che vuole stare con me, che mi garantisca serenità, e questo è il mio ragazzo, ma poi è arrivato lui e con un messaggio mi ha fatta cadere tra le sue braccia.
    Io mi ostino a non volerlo vedere, a non sentirlo e ad essere fredda con LUI, ma sento dentro di me che questo comportanto nei suoi confronti, in fondo in fondo, non mi appartiene.
    Non ho piu' voglia di star male per amore, voglio la normalità ed il mio ragazzo per quello è il numero uno, ma se penso a LUI sto male nei confronti del mio ragazzo, è normale? Non so se sto male per quello che ho fatto nei confronti del mio fidanzato o per altro che non riesco a vedere.
    Ultima modifica di franci.10098; 01-03-2021 alle 06:18
     
  9. Numerozero Numerozero è offline Super ApprendistaMessaggi 802 Membro dal Jan 2019 #9

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da franci.10098 Visualizza Messaggio
    Farsi delle domande, ma quali? io voglio vivere serena con una persona accanto che vuole stare con me, che mi garantisca serenità, e questo è il mio ragazzo, ma poi è arrivato lui e con un messaggio mi ha fatta cadere tra le sue braccia. Io mi ostino a non volerlo vedere, a non sentirlo e ad essere fredda con LUI, ma sento dentro di me che questo comportanto nei suoi confronti, in fondo in fondo, non mi appartiene.Non ho piu' voglia di star male per amore, voglio la normalità ed il mio ragazzo per quello è il numero uno, ma se penso a LUI sto male nei confronti del mio ragazzo, è normale? Non so se sto male per quello che ho fatto nei confronti del mio fidanzato o per altro che non riesco a vedere.
    Ciao, secondo me sei nella classica situazione in cui una persona riesce a soddisfare i tuoi bisogni razionali e di stabilità, e questo è il tuo ragazzo attuale che appunto ti dà sicurezze. L'altro invece rappresenta quel brivido in più, quell'adrenalina che ti pervade quando lo incontri. Entrambi questi bisogni emotivi sono ugualmente importanti per fare sviluppare sentimenti forti, chi è fortunato li ritrova tutti in un'unica persona e quindi si vive la classica storia d'amore da favola, altrimenti si va in conflitto interiore. Anche a me è capitato, a volte una persona mi dava dei brividi adrenalinici ma poca sicurezza, un'altra il contrario... Solitamente si tende poi a mettersi insieme a quelli che ti danno un senso di sicurezza rinunciando all'adrenalina di rapporti meno sicuri ma appunto più appaganti sotto altri aspetti. Alla fine probabilmente nessuno dei due è per te il partner "perfetto". Diciamo che se ti accontenti puoi anche continuare a stare con il tuo ragazzo però a 23 anni è un po' presto per fare discorsi di convenienza...
    franci.10098 and Vapensiero like this.
    Prima di ogni numero primo c'è un numero zero
     
  10. franci.10098 franci.10098 è offline PrincipianteMessaggi 6 Membro dal Feb 2021 #10

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Numerozero Visualizza Messaggio
    Ciao, secondo me sei nella classica situazione in cui una persona riesce a soddisfare i tuoi bisogni razionali e di stabilità, e questo è il tuo ragazzo attuale che appunto ti dà sicurezze. L'altro invece rappresenta quel brivido in più, quell'adrenalina che ti pervade quando lo incontri. Entrambi questi bisogni emotivi sono ugualmente importanti per fare sviluppare sentimenti forti, chi è fortunato li ritrova tutti in un'unica persona e quindi si vive la classica storia d'amore da favola, altrimenti si va in conflitto interiore. Anche a me è capitato, a volte una persona mi dava dei brividi adrenalinici ma poca sicurezza, un'altra il contrario... Solitamente si tende poi a mettersi insieme a quelli che ti danno un senso di sicurezza rinunciando all'adrenalina di rapporti meno sicuri ma appunto più appaganti sotto altri aspetti. Alla fine probabilmente nessuno dei due è per te il partner "perfetto". Diciamo che se ti accontenti puoi anche continuare a stare con il tuo ragazzo però a 23 anni è un po' presto per fare discorsi di convenienza...

    Per farvi capire, sabato parlando con amici del piu' e del meno una mia collega mi dice che ha visto LUI in compagnia di una ragazza. In quel momento, nel quale c'era anche il mio ragazzo, mi sono bloccata e irrigidita totalmente. Anche qua, chi lo sa se per gelosia o disagio.
    Queste cose mi fanno porre mille domande, hai sfiorato anche il tema convivenza, anche qua sto pensando che indirettamente voglia fargli pagare (a LUI) qualcosa, che di concreto poi, non ha mai fatto.
    Secondo voi è normale provarci cosi' tanto con una persona (come ha fatto e sta facendo LUI con me) e uscire a mente libera con un'altra, come se nulla fosse?
    Ultima modifica di franci.10098; 01-03-2021 alle 10:25