Tre, è davvero il numero perfetto? - Pagina 10

Discussione iniziata da Laura714 il 23-04-2021 - 97 messaggi - 6284 Visite

Like Tree72Likes
  1. L'avatar di Minsc

    Minsc Minsc è offline SeniorMessaggi 11,451 Membro dal Aug 2020
    Località Italia
    #91

    Predefinito

    No spero di no. Non ne voglio cose allargate 😱


    Gli Dei immortali, di solito, quando vogliono castigare qualcuno per le sue colpe, gli concedono, ogni tanto, maggior fortuna e un certo periodo di impunità, perché abbia a dolersi ancor di più, quando la sorte cambia.
     
  2. L'avatar di Spettrale

    Spettrale Spettrale è offline MasterMessaggi 28,254 Membro dal Oct 2007
    Località dove capita
    #92

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da CaosCalmo Visualizza Messaggio
    Si fa presto a dire che tre è il numero perfetto, in effetti anche la simbologia antica inserisce la divinità all'interno di un triangolo.

    Tuttavia esistono tanti tipi di triangoli, l'isoscele, lo scaleno, il trapezio ciascuno con caratteristiche diverse, come diversa è la raffigurazione del triangolo tra De Niro, Depardieu e la Sandrelli in Novecento di Bertolucci e sempre dello stesso regista il triangolo in The Dreamers...

    Quindi la domanda è:

    Tu di quale triangolo sei? 😉
    Bertolucci ..aveva una visione ...molto avanzata nei rapporti sociali a sfondo erotico .. c'è da ricordare tra i suoi capolavori cinematografici..."Ultimo tango a Parigi " ..censurato e poi riabilitato con tanto di scuse ...e scappellamento..😁
    Ma sono ormai sorpassati anche quei "modelli" ...di libertà sessuale.
    Ormai il burro non lo usa più nessuno 🙄😁😋
    e il triangolo .. è paragonabile ..all'apecena😇
    Purtroppo il porno ..ha demonizzato tutta la magia ..che solo uno scambio di desiderio sa ..dare 😍👄

    Wow
    Accidenti a te.👄Wowsiamo tutti bugiardini..Amore Sally toccami la mano... scopiamo pure su questo divano😋👄
     
  3. L'avatar di Minsc

    Minsc Minsc è offline SeniorMessaggi 11,451 Membro dal Aug 2020
    Località Italia
    #93

    Predefinito

    Il porno ha creato tanti problemi. Basti vedere chi ha fantasie di qualsiasi tipo e pretende che vengano esauditi i propri desideri
    Gli Dei immortali, di solito, quando vogliono castigare qualcuno per le sue colpe, gli concedono, ogni tanto, maggior fortuna e un certo periodo di impunità, perché abbia a dolersi ancor di più, quando la sorte cambia.
     
  4. L'avatar di Laura714

    Laura714 Laura714 è offline PrincipianteMessaggi 85 Membro dal Apr 2021 #94

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da CaosCalmo Visualizza Messaggio
    Si fa presto a dire che tre è il numero perfetto, in effetti anche la simbologia antica inserisce la divinità all'interno di un triangolo.

    Tuttavia esistono tanti tipi di triangoli, l'isoscele, lo scaleno, il trapezio ciascuno con caratteristiche diverse, come diversa è la raffigurazione del triangolo tra De Niro, Depardieu e la Sandrelli in Novecento di Bertolucci e sempre dello stesso regista il triangolo in The Dreamers...

    Quindi la domanda è:

    Tu di quale triangolo sei? 😉
    Io sono del triangolo isoscele immagino, se di triangolo si può parlare visto che in realtà siamo solamente una coppia che si diverte...
    CaosCalmo and luca9028 like this.
     
  5. L'avatar di Ultima

    Ultima Ultima è offline Super ApprendistaMessaggi 956 Membro dal Dec 2020
    Località Italia
    #95

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Spettrale Visualizza Messaggio
    In un prossimo futuro ...spero più presto possibile...
    la coppia tradizionale...sarà sostituita😤
    Ci saranno famiglie allargate ...e verrano superati .. tabù e luoghi comuni ...i numeri si faranno solo a letto .😋..con più persone coinvolte ... l 'orientamento sessuale ...non ha più importanza ..e la gelosia non avrà motivo di esistere .
    Troppo trasgressivo ?🤣🤣🤣🤣🤣
    🙄
    Ciao Spettrale, nel complesso la questione è così approcciabile: se parliamo di implementazione legislativa della poligamia (leggasi: poligamia, non poliginia o altro), l'effetto è catastrofico.

    Un semplice esempio: una semplice famiglia composta da tre persone, del tipo lui, lei, l'altro.

    Per mera inerzia, quando arriverà il momento del passaggio di eredità, quanto credi che riusciranno ad accumulare, in tre? Nel mio caso, per renderti conto, all'incirca sono erede per una cifra intorno a 120 000 - 150 000 € più immobile domestico), allo stato attuale delle cose (tralasciando la casa di mia effettiva proprietà, da me comprata). Cosa succede se siamo in tre in famiglia?

    Eviterò di fartela lunga, ma penso che tu abbia capito: la poligamia si fa con i soldi e per i soldi. Ci possono essere dei casi, e io ne faccio parte, di persone che hanno pensato senza particolari problemi di acconsentire a ciò per il benessere delle persone che amavano (semplifichiamo il discorso), ma la verità è questa.

    Se parliamo di un discorso di organizzazione della vita sentimentale senza vincolo giuridico: alleluja, era ora!

    Ma su questo punto credo sia meglio dare una risposta più dettagliata a Minsc.
    La vita è una favola: tutto sta nel capirne la morale.
     
  6. L'avatar di Ultima

    Ultima Ultima è offline Super ApprendistaMessaggi 956 Membro dal Dec 2020
    Località Italia
    #96

    Predefinito

    Ciao Minsc, riguardo il problema coppia-poliamore, si può impostare il problema come segue.

    Supponiamo per assurdo che tu faccia una scelta di vita, Minsc: ovvero decida di mandare a quel paese la coppia. Felice e contento, non starai più nella pelle: sesso a tre! Sesso di gruppo! Scambismo! Non c'è il tradimento!

    Ciò è vero? Almeno in parte sì, Minsc, ma...

    Seppure queste sono affermazioni vere, è chiaro che ci si sta facendo abbagliare: è un po' come elogiare la coppia perché, con un rapporto di coppia, si può fare sesso all'aperto. Nella migliore delle situazioni, questa è solo la punta dell'iceberg.

    Insomma, Minsc: tra un Minsc sostenitore dell'amore "monogamo" (termine improprio, perché fa riferimento al matrimonio, ma è usuale impiegato in questi casi) e Minsc sostenitore dell'amore "poligamo" (termine altrettanto sbagliato), cosa davvero cambia?

    Dopo neanche un mese di poligamia, Minsc, arriverai a renderti conto anche tu di cosa è cambiato: a livello profondo, è cambiata una sola cosa, che ha portato con sé a cascata tutto il resto delle appariscenze sopra menzionate e riguarda le condizioni che tu consideri valide per terminare un rapporto sentimentale.

    Il Minsc "monogamo" ritiene che, data una relazione, qualsiasi coinvolgimento sessuale e/o sentimentale estraneo alla coppia determini la fine del rapporto.
    Il Minsc "poligamo" NON ritiene che, data una relazione, qualsiasi coinvolgimento sessuale e/o sentimentale estraneo alla coppia determini la fine del rapporto.

    E' questo il punto focale, che fa la differenza in tutta questa storia: sembra una piccola cosa, ma è il vero punto a cui ruota attorno la quesitone.

    Come sai, Minsc, ed il forum ne è conferma, il più comune motivo per cui un rapporto finisce è per la comparsa di terzi. Più nello specifico, e questo è il punto nevralgico, il principale e quasi unico motivo di natura esterna che pone fine ad un rapporto è la comparsa di un terzo.

    Il problema è che il Minsc "poligamo" ha dichiaratamente escluso tale motivo come valido motivo legittimo di termine di una relazione: e cosa hai ottenuto, Minsc?

    In sostanza, Minsc, hai eliminato il principale motivo esterno per cui una relazione termina: quel motivo, non è più valida motivazione per concludere un rapporto.
    In pratica, il Minsc "poligamo" ha fatto un interessante scelta di vita: ha scelto di accettare come motivo di termine legittimo di una relazione, in maniera principale, solo e soltanto motivi interni al rapporto, non esterni.

    Motivi interni, dicevamo: ciò significa che, dal punto di vista del Minsc "poliamoroso", una relazione termina solo e soltanto se da ambo le parti non si mettono in campo sufficienti motivi e ragioni per farla stare in piedi.
    Per curioso che possa sembrare, Minsc, questo è quello che davvero è cambiato, e che porta a cascata tutto il resto: e credo tu abbia capito dove sta il problema.

    E' una pessima idea quella di accollarsi in prima persona una responsabilità (perché è questo che il Minsc "poligamo" sta facendo): fa sempre comodo avere la scusa da tirare in campo.
    Siamo sinceri, Minsc, prendi la sezione “infedeltà” del forum, e supponiamo che tutti, dico tutti, coloro che vi hanno scritto accettino coi loro relativi partner principali un rapporto di tipo "poligamo": questa è la vera soluzione dei loro problemi? Ne dubito fortemente: il loro rapporto principale esploderebbe da lì a tempo un mese, proprio perché quello che hanno fatto è stato addossarsi sulle proprie spalle il peso del rapporto.

    Pensi che il marito, o la moglie, più o meno insoddisfatto/a del loro matrimonio, una volta accettato che è lecito avere amanti, da ambo le parti, siano disposti a soprassedere sulle loro manchevolezze nel loro rapporto? Immaginati la situazione, Minsc, e ti renderai conto che questa è la comica verità: che significa, infondo, che l'extra è la quinta gamba di un tavolo, se non il fatto che, se il tavolo perdesse quella quinta gamba, cadrebbe o starebbe in piedi se e solo se le quattro gambe principali sono solide ed in buone condizioni di per loro?

    Un ultima considerazione riguardo la questione della coppia, Minsc: siamo sicuri che la coppia, organizzativamente parlando, non abbia qualcosa che non va?

    Fatti una domanda, Minsc: quante relazioni hai avuto che non sono andate in porto? O se preferisci, quante volte ti sei lasciato?

    Sai Minsc, alle volte sembra come di essere in una fabbrica, e vedere un macchinario che continua a produrre prodotti difettosi, e l'operaio continua ad ottundersi credendo che il caso, o il collega maligno la mandi sempre storta.
    Siamo sinceri, Minsc? In casi del genere, la prima domanda da chiedersi è se il macchinario non abbia qualche difetto, non se la iella o il collega maligno ci rompa le uova nel paniere.

    Andiamo più nello specifico: supponiamo che tu e la tua lei, in un normale rapporto di coppia, abbiate un qualche tipo di problema. Come è ovvio, tu ti attiverai per risolverlo: supponiamo ancora che tu sia in grado di risolverlo.
    Cosa è successo, in sostanza? Che la situazione è cambiata, Minsc: prima c'era un problema, con queste e quest'altre criticità. Le criticità sono state risolte, ed ora la situazione è cambiata: tutto risolto, allora? Happy End? Purtroppo no.

    Una nuova situazione implica nuove criticità, più o meno all'orizzonte, perché non c'è situazione per cui non si possa parlare di vantaggio e svantaggio in essa: insomma, Minsc, non importa la situazione in cui ti trovi, c'è sempre il modo di giovarti e di danneggiarti, a te, alla tua lei, ed al vostro rapporto.
    Ma se una nuova situazione implica nuove possibili criticità, implica anche nuovi ed ulteriori mezzi per la loro soluzione: e penso che anche tu abbia capito dove voglio andare a parare, Minsc.

    Quanto tempo ci vuole prima che tu, umanamente, non sia in grado di risolvere il problema, perchè non possiedi i mezzi necessari per farlo? Guarda retrospettivamente, Minsc: il rapporto come è andato evolvendosi? In sostanza, è la situazione descritta dal Principio di Peter.

    Il rapporto è evoluto verso la sua naturale fine, ovvero l'impostazione relazionale della coppia ha portato alla selezione della situazione con maggiore criticità per entrambi i partner: chiaramente, il modello organizzativo poliamoroso non ha questo problema, perché permette la selezione dall'esterno, e/o una certa specializzazione (ha però il problema della maggiore complessità organizzativa, come puoi vedere da queste elucubrazioni, e del notevole dispendio di energie mentali, emotive ecc, che sono richieste per farlo tenere in piedi).

    In altre parole, Minsc, anche riecheggiando tue parole, se ben ricordo, da un post precedente, se sei in una relazione di coppia ed hai un problema, la soluzione va cercata insieme al partner, quindi all'interno del rapporto: e se la soluzione non c'è, come è fin troppo probabile che accada? Il rapporto termina, Minsc, come credo che tu, implicitamente, ritenga.

    Chiaramente tutto questo ha limiti non indifferenti, ed è anche organizzativamente parlando molto inadeguato, come puoi vedere da questo ragionamento. E peraltro, ho deliberatamente tralasciato ogni riferimento ad aspetti economico-sociali: una relazione a tre è composta da tre persone, una coppia da due.

    Ciò vuol dire maggiori entrate a livello monetario, migliore ripartizione dei compiti, maggiore concentrazione del know how, una maggiore facilitazione dell'accesso al credito bancario (nel mio caso, pollo che ero, la casa gliela volevo comprare io ai due cretini di cui mi ero innamorato, valuta tu!), migliore gestione delle pressione esterne sulla famiglia, specie da parte delle famiglie dei genitori, e più in generale, maggiore potenza d'attacco.

    Insomma, Minsc: è abbastanza chiaro che la coppia, organizzativamente, emotivamente, socialmente, economicamente e politicamente non ha futuro. E credo che anche tu te ne stia rendendo conto: hai mai pensato di andare a convivere con la tua dolce metà, Minsc? Dovresti aver notato anche tu che quello che dico è la pura e semplice verità: allo stato attuale delle cose, è controproducente.

    Metti in conto che il cambio anagrafico di residenza già solo quello comporta problemi: appena metti fuori dal tuo nucleo familiare, sarai uscito dall'ombrello di protezione di quella legge che ti permette di poter avere il grado assicurativo (parlando di un sistema bonus/malus) del tuo genitore meglio posizionato, e come nel mio caso, dovrai partire dalla fascia più bassa: io adesso sono in 10a fascia, e pago circa 620 € annui di assicurazione, anche perché la mia macchina è col GPL.

    A livello finanziario, io posso dirti questo: io ero capitalizzato per circa 68 000 € all'inizio della faccenda.

    24 000 €: acquisto casa (mq 33 di calpestabile, 50 ca mq mura comprese); 3350 €: di intermediazione di agenzia; 2000 €: di passaggio di proprietà; 20 000 €: ca di ristrutturazione; 2750 €: cambio infissi ed aggiunta persiane ,scampandomi di dover rifare il portone di casa, perché l'ho fatto personalmente io, come gli altri mobili (per il portone ho speso 400 € ca, mentre a farlo fare da altri almeno altri 2000 €).

    Come vedi, sono rimasti fuori ca 20 000 €: di cui 5000 € in libretto, a portata di mano per le emergenze più immediate, ed il resto in ordinari fruttiferi. Punto importante, Minsc: ciò vuol dire che non basta avere i soldi per comprarti casa o accendere il mutuo, ti servono i soldi come ammonizzazione contro il rischio (tipo i 1000 € di danno che l'impianto GPL ha fatto alla mia macchina sulla testata del motore), più ulteriori soldi come risparmio di capitalizzazione generale della famiglia.

    Minsc, siamo sinceri: pensi che in due ce la si fa? E' abbastanza chiaro, anche alla prova dei fatti, che non è così. Il terzo c'è, Minsc, eccome: i genitori, la banca ecc.

    (Scusate se sono entrato con le bocche da fuoco, me ne rendo conto...)
    La vita è una favola: tutto sta nel capirne la morale.
     
  7. L'avatar di Hannibal__Lecter

    Hannibal__Lecter Hannibal__Lecter è offline FriendMessaggi 4,881 Membro dal Aug 2020 #97

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Laura714 Visualizza Messaggio
    Tre, è davvero il numero perfetto?
    No, era "magico" ("Three is the magic number").
    Ed era una pubblicità...


    "​Vorrei che potessimo parlare più a lungo, ma sto per avere un vecchio amico per cena"
     

AMANDO SOCIAL

AVVISO LEGALE


Le pagine seguenti contengono immagini e testi a carattere erotico la cui visione è assolutamente vietata ai minorenni.

Questo avviso verrà riproposto entro 24 ore agli utenti che non hanno effettuato il login (oppure in seguito al cambio di indirizzo IP)

Consigliamo ai genitori di utilizzare un software di protezione per impedire ai minorenni di accedere alle pagine di questo e altri siti per adulti:
www.netnanny.com - www.cyberpatrol.com
www.surfcontrol.com - www.cybersitter.com

Questa pagina di avviso costituisce un accordo con valore legale fra l'editore di questo sito web e l'utente.

Cliccando sul pulsante "Accetto e Continuo" dichiaro e certifico:

- di essere maggiorenne cioé di avere almeno 18 anni (21 per alcuni paesi) e che la legislazione del paese da cui sto accedendo mi consente la visione di immagini e testi a contenuto erotico e sessuale.

- di essere il solo responsabile di eventuali dichiarazioni false o di conseguenze legali relative alla visualizzazione, alla lettura o al download di qualsiasi materiale di questo sito.

- di non portare a conoscenza di nessun minore il contenuto di tale sito e di non utilizzare le pagine seguenti per poter contattare o adescare minori.

- che il materiale sessualmente esplicito che visualizzo è solo per mio uso personale e che non esporrò alcun minore alla visione di tale materiale.

- di non ritenere che la visione delle pagine seguenti possa turbarmi e di non ritenere offensive ne obiettabili le immagini e testi per soli adulti, di adulti che praticano sesso o altro materiale a contenuto sessuale.

- di sollevare da qualsiasi responsabilità l'editore del sito ed il provider che lo ospita.