"Tu non sei l'eccezione. Tu sei la regola." Ah, ma davvero???

Discussione iniziata da LifeisaFight88 il 06-09-2011 - 16 messaggi - 72308 Visite

Like Tree14Likes
  1. LifeisaFight88 LifeisaFight88 è offline PrincipianteMessaggi 160 Membro dal Jan 2011 #1

    Predefinito "Tu non sei l'eccezione. Tu sei la regola." Ah, ma davvero???

    "tu non sei l'eccezione. Tu sei la regola. E la regola dice che se un uomo non ti chiama, è perché non vuole chiamarti. Se ti tratta come se non gliene fregasse un *****, è perché non gliene frega un *****. Se ti tradisce, è perché non gli piaci abbastanza". Non esistono uomini spaventati, confusi, disillusi. Non esistono uomini tragicamente segnati dalle passate esperienze, bisognosi d'aiuto, bisognosi di tempo. Gli uomini si dividono in due categorie soltanto: quelli che ti vogliono. E quelli che non ti vogliono. Tutto il resto è una scusa. E tu, tu donna, di mestiere fai l'avvocato, la commessa, la cameriera, l'insegnante, la casalinga, la commercialista, la modella, la ragioniera, l'attrice, la studentessa. Non la crocerossina. Quindi. Aspetta che sia lui a chiederti di uscire. Perché va bene la parità dei sessi, le quote rosa, e l'eguaglianza dei diritti. Ma i tempi non sono poi così cambiati. Gli uomini restano pur sempre dei cavernicoli, sia pure incravattati, e come tali adorano il sapore della conquista. Tieniti lontana dagli uomini sposati. Non lasceranno la moglie per te. Meno che mai lasceranno i figli per te. E non credere alla storia dell'amica della sorella di tua cugina, appena convolata a nozze con quello divorziato. Tu non sei l'eccezione. Tu sei la regola. Al bando quelli che ti costringono ad aspettare ore accanto ad un telefono che non suona. Non hanno perso il tuo numero. Non hanno investito un cane. Non hanno appena scoperto di avere un tumore alla prostata. Probabilmente sono al telefono con un'altra. Oppure sono gay. ******* quelli che non declinano i verbi al futuro. Non sono analfabeti. Semplicemente non vogliono impegnarsi. Perché non gli piaci abbastanza. Li riconosci facilmente. Girano con un cartello appeso al collo, e la scritta: "ci stiamo frequentando". Quando la senti, scappa. Non consumare le tue belle scarpe nuove (e neppure quelle vecchie) per correre dietro un uomo che non ti vuole. Usale, piuttosto, per prenderlo a calci in ****. Impara l'arte dell'essere donna. Impara l'arte di ottenere dagli uomini quello che desideri, non sbattendo i piedini, ma facendogli credere che siano stati loro a decidere. Impara a scegliere, invece che essere scelta." (tratto da "la verita' e' che non gli piaci abbastanza)
    posso chiedere a voi donne se per voi è veramente vero quello che si scrive qui? perchè da uomo posso dire che c'è una serie infinita di ********* pazzesche che sono scritte. Ma analizziamo:
    non esistono uomini spaventati, confusi, disillusi. Non esistono uomini tragicamente segnati dalle passate esperienze, bisognosi d'aiuto, bisognosi di tempo. Gli uomini si dividono in due categorie soltanto: quelli che ti vogliono. E quelli che non ti vogliono. Tutto il resto è una scusa.
    da questa frase quindi deduco che io, ragazzo che ha avuto una gioventù triste e difficile, che mi ha segnato e che mi impedisce di avere relazioni e nuove amicizie, non sarei un uomo!?? e' cosi' eh? davvero? eppure sono ancora qui, c'è gente che ottiene quello che vuole con facilità estrema perchè non ha mai sofferto, mentre io che ho avuto una depressione devastante sono sempre qua, non me ne sono andato, non mi sono suicidato (non ci ho mai pensato)...volete dire che loro sono più uomini di me perchè si fanno avanti più facilmente di me??? davvero? hahahahahaha xd!!! voglio proprio vederli al posto mio, se sarebbero ancora uomini.
    aspetta che sia lui a chiederti di uscire. Perché va bene la parità dei sessi, le quote rosa, e l'eguaglianza dei diritti. Ma i tempi non sono poi così cambiati. Gli uomini restano pur sempre dei cavernicoli, sia pure incravattati, e come tali adorano il sapore della conquista.
    ma veramente credete a queste boiate? c'è la parità dei sessi e l'uguaglianza dei diritti e voi volete pretendere di stare sempre lì ferme come stoccafisse ad aspettare qualcuno che venga a parlarvi per provarci? se prendete voi qualche volta l'iniziativa, magari otterrete dei no, ma quei no saranno motivati da un "non mi piaci", non da un "no grazie, sarei uscito con te se te l'avessi chiesto io"...insomma imparereste a ottenere sì e no come noi uomini...questa sarebbe vera parità dei sessi!!!! altrimenti lo è solo nella vostra mente! sul resto non commento perchè bene o male vengono dette altre cose inesatte e che mi hanno dato un pò fastidio, mi premeva sottolineare questi 2 passaggi comunque. Non ce l'ho con nessuno, sono solo estremamente irritato perchè vorrei sapere se veramente voi donne credete a quello che viene detto qui. Perchè se la risposta è sì (e ho idea che lo sia), bè, sarei molto deluso. Molto.


     
  2. L'avatar di Sensei

    Sensei Sensei è offline Super FriendMessaggi 6,040 Membro dal Nov 2009
    Località Italia
    #2

    Predefinito

    Pensa che io, da uomo, invece ci credo.
    Così come credo che tu commetta l'errore di chiederlo apputno alle persone sbagliate, e di non comprendere come quanto scritto rappresenti appunto un insieme di casi classici e non le eccezioni... che alla fine poi non sono tali, perché se scaviamo, se andiamo al nocciolo, non ci sono abbastanza sofferenze, frustrazioni, ostacoli esterni o interni che ci impediscono di avere una normalissima vita. Alla fine siamo davvero tutti uguali, che si sia handicappati nel corpo o nella mente, riusciamo a possedere lo stesso i medesimi difetti.

    E' anche per questo che le donne si innamorano di noi.
    vero75 likes this.
     
  3. L'avatar di PamPam86

    PamPam86 PamPam86 è offline JuniorMessaggi 1,246 Membro dal Jul 2010
    Località Veneto
    #3

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da LifeisaFight88 Visualizza Messaggio
    Ma analizziamo: da questa frase quindi deduco che io, ragazzo che ha avuto una gioventù triste e difficile, che mi ha segnato e che mi impedisce di avere relazioni e nuove amicizie, non sarei un uomo!??
    Non si dice questo,si dice che se un uomo ti tratta di m e r d a, non ti cerca/chiama/non risponde non è per via del suo passato triste e turbolento,non è perchè ha una serie di sfortune,ma perchè appunto non gli piaci abbastanza!
    Ne sono la prova vivente!Un tizio che frequento da maggio è improvvisamente sparito sabato scorso,senza spiegazioni! E'passata una settimana,ora può avere avuto tutti i problemi del mondo,ma se mi vuoi nella tua vita e sai che mi sto preoccupando per te,che fine hai fatto...una risposta me la dai!
    A pensar male si fa peccato, ma quasi sempre ci si azzecca
     
  4. sandyanna sandyanna è offline Ex Utente di Amando.itMessaggi 17,129 Membro dal Mar 2008
    Località tunisia
    #4

    Predefinito

    è perchè l'ha scritta una donna che ha sicuramente messo l'anima in un rapporto che poi alla fine gli ha lasciato un sacco di amaro in bocca, l'ha illusa e disillusa, l'ha portata al settimo cielo (probabilmente l'ha fatto tutto da sola, stimolata appunto dall'inclinazione a vestire i panni della crocerossina con la convinzione di riuscire a "salvarlo"!!)....
    quindi il tutto è condito ampiamente da una recrudescenza di sentimenti negativi verso l'universo maschile...perchè ci sono ottimi uomini e ottime donne, ma imbroccare quello giusto non è da tutti, al primo colpo....
    ci sono eccome gli uomini disorentati, dispersi d'animo, confusi, onesti con se stessi fino in fondo al punto da farsi male e di farlo in silenzio e senza l'enfasi che molte donne esternano....
    ci sono universi maschili che meritano approfondimenti , che siano essi sentimentali, di amicizia, di collaborazione, perchè un essere umano è una persona poliedrica , una mélange di difetti e pregi che non a tutti è dato di scoprire e sopratutto capire....
    da entrambe le parti ci deve essere propensione al rapporto, all'ascolto, alla voglia di costruire, se questo non avviene (con esclusione dei classici colpi di fulmine, sui quali personalmente faccio poco affidamento), è inutile mollarsi con astio e dire che "in fondo valevi poco, che già ti eri accorta di quanto eravate diversi e distanti", un po' come la volpe e l'uva.....
    almeno, questo è quello che mi fa dire cio' che hai postato....
     
  5. fuocoitaliano fuocoitaliano è offline BannedMessaggi 1,848 Membro dal Aug 2011 #5

    Predefinito

    tratto da uno scritto di una donna che non ha capito nulla di come siamo fatti noi uomini, che continuerà in eterno ad attribuire le colpe dei propri limiti all'universo maschile.
     
  6. charlotte79 charlotte79 è offline BannedMessaggi 9,091 Membro dal Jan 2010 #6

    Predefinito

    in effetti non ha tutti i torti.
    la donna non ha capito nulla di come sono fatti gli uomi9ni?
    io credo che sia il contrario, dato il gran numero, sopratutto su questo forum, di uomini che danno la colpa dei loro fallimenti e dei loro limiti alle donne....tanto siamo sempre noi a doverci sforzare per capire qualcosa e fare quacosa...
    naifnaif likes this.
     
  7. L'avatar di Chicco79

    Chicco79 Chicco79 è offline JuniorMessaggi 1,188 Membro dal Sep 2009
    Località Somewhere over the rainbow...
    #7

    Predefinito

    Io invece appoggio la teoria del "la verità è che non gli piaci abbastanza" ma non faccio invece distinzione tra uomo e donna.
    La cosa è esattamente la stessa per entrambi i sessi.

    Ed è vero che un uomo che ha detta di donne non è facilmente comprensibile è solo per un motivo: non è sincero, ne onesto in ciò che sente.
    Alla fine le domande derivano sempre dalla non conoscenza e questo in tutte le discipline conosciute o sconosciute che siano.

    Non vedo perchè questo dovrebbe differenziare i due sessi...
    Se non comunico l'unica cosa che ottengo è lasciare l'altro nell'insoluto.
     
  8. Penelope77 Penelope77 è offline PrincipianteMessaggi 2 Membro dal Aug 2013 #8

    Predefinito Ciao

    So che è passato molto tempo da quando hai scritto questo post e spero che per te le cose vadano meglio. Io entro pochissimo in questo forum, ma alle volte mi capita di leggere delle cose che mi fanno riflettere. E vorrei dirti quello che penso di questo scritto. Le donne sono esseri molto sensibili in generale (esistono le eccezioni) spesso quando amano davvero lo fanno in modo totale, lasciano da parte ogni egoismo e sono disposte cambiare, forse fin troppo, per l'uomo che amano. Questa spezzone fa sorridere, forse è un po' superficiale, perchè non tiene conto delle dovute eccezioni. Ma sia dalla mia esperienza personale, sia da quella lavorativa, in cui ascolto decine e decine di donne disilluse dall'amore e perse dietro a personaggi "impossibili", posso dirti, senza alcuna remore che tendenzialmente la verità è questa. L'amore è una forza fortissima, la più prodigiosa della natrura. Per amare occorrono solo due cose, ma non sono da poco. La sincerità di cuore ed il coraggio. Se la paura è più forte dell'amore, vuol dire che non sei pronto ad amare e non si può, nel proprio egoismo sofferente, richiedere ad una persona che ci stia dietro. L'amore chiede amore. L'amore vuole essere ricambiato. Pensare di amare a metà, di farsi scudo con problemi, anche reali, del proprio vissuto, impone delle barriere che non possono essere superate dall'altro, ma solo da chi decide di mettersi realmente in gioco. Tutti, o quasi, gli esseri umani sono vittime di destini difficili. C'è chi ha avuto pessime famiglie, chi è stato segnato da malattie e lutti precoci, chi da storie squallide e deludenti. C'è perfino chi ha subito la cosa peggiore che si possa subire: un abuso sessuale da qualche amico o parente. Ma arriva un certo punto nella vita in cui ci trova davanti ad un bivio. Il bivio è continuare a scegliere la chiusura, l'infelicità, l'autopunizione oppure scegliere di giocare. Il percorso può costare molti anni e nolta fatica, ma sei tu che lo devi intraprendere. Nessuno può farlo per te. Se vuoi, ce la puoi fare, sia con l'aiuto della psicoterapia, sia con l'aiuta di libri o amici...ma soprattutto con la tua stessa volontà, perchè non esistono pillole magiche che ci fanno stare bene da un giorno all'altro. Un uomo che ama è una forza della natura, è disposto ad essere un vero cavaliere per avere la propria donna. La natura è così: il maschio lotta per la sua femmina fino allo stremo. Non si tratta di precocetti o pregiudizi. Io ho lottatto in prima fila per vedere le donne affermare i loro diritti e la loro dignità. Ma non si può chiedere di andare contro all'indole ancestrale e mistica della natura. Una donna, qualsiasi donna, anche la più "libertina", ama e cerca un uomo che la faccia sentire desiderata ed unica. Da questo punto di vista è vero che non esistono i se ed i perchè. O sei pronto ad amare oppure no. Forse una lei potrà fare il primo passo, questa è la cosa minore, ma dopo i nodi verranno al pettine e tu dovrai essere capace di farla sentire amata e di lottare per lei. Nel lecito ovviamente. Perchè ciò che vale per gli uomini vale anche per le donne. Non esistono donne troppo ******* o troppo impegnate. esistono donne che vogliono amare oppure no. e chi vuole amare si riconosce, anche se all'inizio potrà usare un po' di lecita strategia.
    erik555 and valevale12 like this.
     
  9. Sportiva24 Sportiva24 è offline Ex Utente di Amando.itMessaggi 500 Membro dal Sep 2013
    Località Italia
    #9

    Predefinito

    Dipende...dipende da tante situazioni, non credo che esista la regola antica che l' uomo deve essere sempre lui a cercare la donna, anche noi donne dobbiamo mostrarci interessate...poi certo se ad un certo punto è PALESE che l' uomo in questione non sta facendo nulla di nulla, ovvio che non gliene frega niente.
    Però Fare affidamento su di un monologo di un film lo trovo banale, la realtà ha tante sfaccettature
     
  10. Hal86 Hal86 è offline BannedMessaggi 104 Membro dal Apr 2013 #10

    Predefinito

    La vita è fatta di decisioni, anche decidere di auto-convincersi del fatto che un uomo che non chiama o non fa la prima mossa non sia interessato.. è una decisione.

    Il fatto di pernsare che solo gli uomini che mettono le mani addosso (magari al primo appungamento XD) desiderino la donna... è anche questo una scelta.
    Poi quanto sia lungimirante.. oh beh! quello lo si vede vivendo...

    Ci sarebbe solo un piccolo appunto da fare: gli uomini tanto ....interessati..... in quanto mettono subito le mani addosso..sono interessati alla persona.. oppure a ficcarlo in qualsiasi buco?

    E' chiaro, è comprensibile il fatto che l'uomo che non si espone... stìa sulle balle. Perchè è chiaro che popsipopsipopopo' a tutti piace vincere facile e che siano sempre -gli altri- a muoversi e a fare tutto.. e noi fermi come spettatori di un bel film.. ma che questo poi porti effettivamente ad avere a che fare con ... veri uomini... mmmmmmmah... mmmmmmmmah... mi permetto sinceramente di dubitarne^^
     
Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]   [OK]