Uscire con qualcuno in periodo Covid - Pagina 6

Discussione iniziata da EUFROSINE86 il 25-01-2021 - 146 messaggi - 5022 Visite

Like Tree157Likes
  1. L'avatar di Hurrem

    Hurrem Hurrem è offline Super FriendMessaggi 5,480 Membro dal Aug 2017 #51

    Predefinito

    Che interventi ignoranti cmq, da certa gente non me lo aspettavo. Il problema non è cuccare, il problema è che non riesci a socializzare con le persone che prima erano parte integrante della tua vita. Per qualcuno saranno solo colleghi, amici e conoscenti, per altri ci sarà anche un partner ma non cambia l’essenza.
    ventodestate88 likes this.


    Optimist: Someone who figures that taking a step backward after taking a step forward is not a disaster, it's more like a cha-cha.​
     
  2. kekw kekw è offline ApprendistaMessaggi 245 Membro dal Dec 2020 #52

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da mieleditiglio Visualizza Messaggio
    ma che ne sai? le persona normali hanno fisiologico bisogno di contatto fisico e socializzazione. chi non ne ha bisogno si chiama autistico e non è normale.

    nessuno sta dicendo di andare tutti allegramente ad accoppiarci con chiunque, qua la gente lamenta regole che non hanno alcun senso logico, infatti i risultati si vedono. facciamo chiudere i locali, tanto i proprietari di bar, ristoranti e palestre non hanno bisogno di lavorare per mangiare, però mandiamo i ragazzi a scuola sui bus, permettiamo alla gente di andare al supermercato ogni volta che vuole... il rischio non è uguale per tutti, io sono a rischio zero e non rompo le balle agli altri, però a me vengono rotte da gente che se ne sta in casa con la sua bella famigliola del mulino bianco, magari sono in 5, hanno i figli che vanno a scuola, loro vanno a lavoro e vedono i loro colleghi, vanno a fare la spesa di continuo e magari abitano pure in città in appartamento, escono con il cane, prendono l'ascensore toccando tutto, cantano dai balconi, parlano con i vicini, vanno a trovare genitori e suoceri che abitano a due isolati. e poi il problema sono i single in smart working che vanno avanti a xanax.
    Ma VOI siete finiti sotto psicofarmaci? O sparate 'sta cavolata per dar fiato alla bocca? Hai scritto tutto un discorso senza cognizione di causa, non sai neanche che nelle scuole hanno chiuso le superiori e differenziato gli orari di entrata per diminuire l'affollamento nei mezzi pubblici (che non sono stati potenziati dai governatori locali e sul quale il governo centrale non ha competenza) la mattina.
    A me le palle le rompete voi che non sapete rispettare due regole e dovete per forza vedere l'amico, il cugino, il fidanzato, l'amante, manco foste dei 14enni in viaggio studio che piangono perché gli manca mamma, di fatto, PROLUNGANDO lo stato delle cose.
    Non sapete fermarvi per qualche mese? Ci stiamo perdendo ANNI noi ******* che rispettiamo le regole e vogliamo veramente che tutta questa situazione finisca alla fretta e con meno danni possibili. Fare il ***** che si vuole e lamentarsi, cercando di rivoltarsi e di mettere i bastoni fra le ruote a chi sta gestendo lo stato di emergenza, vuol dire solo remare contro il bene della nostra società.
    Hafsa and Melograna like this.
     
  3. Simpas Simpas è offline Ex Utente di Amando.itMessaggi 6,729 Membro dal Sep 2015
    Località Ignota
    #53

    Predefinito

    Se ti riferisci a me ho solo scritto una conseguenza per "le persone abituate" e le "persone non abituate" sia dal punto di vista amoroso, che relazionale o sociale. Per me è come dire che il cielo è azzurro o grigio, non ci vedo "uno scandalo".
     
  4. kekw kekw è offline ApprendistaMessaggi 245 Membro dal Dec 2020 #54

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Hurrem Visualizza Messaggio
    Che interventi ignoranti cmq, da certa gente non me lo aspettavo. Il problema non è cuccare, il problema è che non riesci a socializzare con le persone che prima erano parte integrante della tua vita. Per qualcuno saranno solo colleghi, amici e conoscenti, per altri ci sarà anche un partner ma non cambia l’essenza.
    Anche dare del sociopatico a chi non sente tutto sto bisogno di socializzare dal vivo non denota molta apertura, eh.

    Quale sarebbe l'essenza, comunque? Cosa cambia fra chi viola le regole per vedersi dal vivo e chi preferisce rispettarle e vedersi in videochiamata? Il bisogno è uguale per tutti, il modo di soddisfarlo in modo più o meno parziale ce lo hanno tutti.
    Melograna likes this.
     
  5. Adanyy Adanyy è offline JuniorMessaggi 1,395 Membro dal Dec 2020
    Località Italia
    #55

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da kekw Visualizza Messaggio
    Mi sa che fai meglio ad aprire la finestra ed affacciarti, il vero lockdown è stato solo a Marzo ed Aprile, il resto dei mesi ci son state solo delle limitazioni, scarsamente rispettate, con un po' tutti che facevano ciò che volevano con il benestare di governatori locali che andrebbero mandati via a calci in ****.
    Io ca calci nel posteriore prendere tutti i politicanti da strapazzo, e non solo in Italia, che fanno cose senza senso, che non risolvono nulla, che ci mettono tutti in castigo senza un perchè!
     
  6. L'avatar di Gigetta89

    Gigetta89 Gigetta89 è offline Super SeniorMessaggi 15,710 Membro dal Nov 2012
    Località Toscana
    #56

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da kekw Visualizza Messaggio
    Le indicazioni e le misure restrittive dei governi, vanno rispettate, sennò ognuno fa come gli pare e non se ne esce più.
    Eh, ma le indicazioni sono abbastanza vaghe anche quelle e permettono già di base di fare un sacco di cose che in piena pandemia non dovrebbero essere permesse.
    Io posso andare a pranzo con tot persone non conviventi in un ristorante, ma non posso andarci a cena.
    Posso prendere lo spritz alle cinque, ma alle sei è vietato.
    Mi posso muovere con un'altra persona per andare in una casa dove vivono in 20, ma non possiamo muoverci in venti per andare in una casa dove vivono in due.

    Direi che ormai è chiaro che è liberi tutti già da un po'.
    Le persone intorno a me (ovviamente a lavoro, perchè faccio solo quello) escono, vanno a cena da amici, stanno in famiglia (allargata), vanno al bar, vanno al ristorante, fanno incontri di lavoro...
    Io rischio per il loro svago.
    E al contempo dovrei stare reclusa e non vedere una persona che mi sono scelta tra mille?
    Adanyy, Hurrem and ventodestate88 like this.
     
  7. Numerozero Numerozero è offline Super ApprendistaMessaggi 803 Membro dal Jan 2019 #57

    Predefinito

    Tipico interessante perché descrive un atteggiamento sociale. Ragazzi, il Governo non è la mamma che letteralmente quando hai due anni ti prende per mano e ti porta in bagno e ti insegna a fare la cacca nel vasino. Il Governo emana decreti e leggi per tracciare una via, dare un'indicazione, fornire degli strumenti quanto più oggettivi per guidare il cittadino nella vita quotidiana. In pratica, ti dà delle norme e tu dentro quelle norme ti muovi a tua discrezione. Per esempio, due vicini di casa che vivono sul confine comunale, una casa al di qua e una al di là, se si vedono, secondo la norma sono sanzionabili, secondo la logica e il senso comune direi di no. È ovvio che un conto è muoversi di 10 metri (anche se fuori dal Comune...) un altro di 50km! Invece abbiamo gente che fa feste clandestine in garage con 30 persone ammassate e gente che da un anno vive in uno scantinato senza vendere anima viva.
    Se uno ha una minima capacità critica sa bene come muoversi in maniera elastica all'interno delle regole, tenendo presente che ci si può ammalare anche andando al supermercato. Se si vuole conoscere una persona nuova basta frequentarla con i dovuti accorgimenti per poi via via ridurli nel tempo. Quella persona entrerà a fare parte della "bolla" personale di ciascuno di noi. Il rischio è azzerato? No, esattamente come quando si va a fare la spesa. Ma è notevolmente abbassato e risulta un buon compromesso tra l'eremitismo estremo e le feste in assembramento selvaggio.
    Prima di ogni numero primo c'è un numero zero
     
  8. Adanyy Adanyy è offline JuniorMessaggi 1,395 Membro dal Dec 2020
    Località Italia
    #58

    Predefinito

    Citazione Originariamente Scritto da Gigetta89 Visualizza Messaggio
    Direi che ormai è chiaro che è liberi tutti già da un po'.
    Dalle mie parti direi che non è così.. ma credo anche dalle tue.
    Sono mesi che non riesco ad andare a cena al ristorante.
    Sono mesi che non riesco ad andare in palestra.
    Sono mesi che non posso bere un caffè o un aperitivo seduto.
    Sono mesi che non si può fare proprio un'emerita cippa!
    Ci tengono anestetizzati dandoci il contentino per qualche ora al giorno e nulla di più.

    E per tornare in topic, se conosco una donna, se mi piace e se c'è almeno un pò di affinità... che si fottano le mascherine.
    Ma del resto non era così anche ai tempi dell' AIDS (che tra parentesi c'è ancora)??
    E i ben pensanti radical chic, quelli che in tempo di Covid parlano delle carestie in giro per il mondo, si sono mai fatti problemi per l'AIDS o lo hanno infilato a destra e sinistra senza pensarci??
    Ultima modifica di Adanyy; 27-01-2021 alle 12:20
     
  9. mieleditiglio mieleditiglio è offline ApprendistaMessaggi 356 Membro dal Apr 2020 #59

    Predefinito

    numerozero hai ragione, ma il problema sta a monte, è arrivare a conoscere qualcuno di nuovo da iniziare a frequentare. se non puoi andare in palestra, ad un corso, a lavoro, a prendere un caffè sotto l'ufficio o a pranzare, come conosci gente? sì, c'è tinder, ma poi se non puoi uscire dal territorio comunale o non puoi fare un aperitivo da qualche parte dove ti incontri?
    Adanyy likes this.
     
  10. L'avatar di SunsetLimited

    SunsetLimited SunsetLimited è offline Super ApprendistaMessaggi 802 Membro dal Jan 2017
    Località La più grande delle isole italiane
    #60

    Predefinito

    Devo dire che trovo interessanti tutti i commenti, sia quelli che ritengo opportuni sia gli altri.
    Tra i miei passatempi c'è la storia e mi viene da pensare a quella generazione (oggi scomparsa sia per l'età sia per il covid) che ha vissuto una guerra mondiale, se non addirittura due. Che in alcuni momenti della propria vita non è potuta uscire, perché era rischioso, perché bombardavano, perché si rischiava immediatamente la vita, hanno vissuto la vera fame (per citare un fatto al volo, a Roma erano spariti cani e gatti), hanno vissuto l'isolamento sociale tra morti, rastrellamenti, malattie e quant'altro, eppure per anni hanno resistito, sono andati avanti, si sono costruiti una vita e una famiglia e oggi vengono definita la generazione migliore, quella che, pur non essendo perfetta, è riuscita a fare qualcosa e a lasciare a chi veniva dopo qualcosa.
    Cosa che della nostra generazione non si può proprio dire (e parlo di tutti quelli nati dal '70 in poi) , eppure ora la gente si è un po' rammollita, frigna per il ristorante, per l'aperitivo, per la scopatina veloce con l'amante o il fidanzato/a , per gli amici in palestra, per il farsi di qualcosa nelle varie discoteche.
    Indubbiamente ci siamo rammolliti, e speriamo di non vedere mai una guerra, verremmo spazzati nella prima settimana.
    Aggiungo, per non voler sembrare quello che punta il dito, che il primo confinamento, l'ho vissuto molto molto male (andate a vedere miei vecchi post) , poi come si fa quando ci si allena, ci si rinforza, ci si abitua e si va avanti, si scopre una parte di se stessi, la capacità di stare da soli, la capacità di stare bene da soli e di trovare cose utili da fare (e non solo netflix) e si va avanti, ovvio che mi manca una bella mangiata al ristorante. E altrettanto ovvio che mi manca corteggiare una donna e non solo, ma se la vita ti da limoni, fatti una limonata.
    Prima mi lamentavo di come fosse bastard* l'esistenza, oggi dopo che ho visto gente intubata e sedata, mi dico che ho un gran cul* nonostante tutto.
    Hafsa, Melograna and EUFROSINE86 like this.
    "𝑳'𝒂𝒎𝒐𝒓𝒆 𝒏𝒐𝒏 𝒆𝒔𝒊𝒔𝒕𝒆 𝒆̀ 𝒍'𝒆𝒇𝒇𝒆𝒕𝒕𝒐 𝒑𝒓𝒐𝒓𝒐𝒎𝒑𝒆𝒏𝒕𝒆
    𝑫𝒊 𝒅𝒐𝒕𝒕𝒓𝒊𝒏𝒆 𝒎𝒐𝒓𝒂𝒍𝒊𝒔𝒕𝒆 𝒔𝒖𝒍𝒍𝒆 𝒗𝒐𝒈𝒍𝒊𝒆 𝒅𝒆𝒍𝒍𝒂 𝒈𝒆𝒏𝒕𝒆
    𝒆̀ 𝒊𝒍 𝒑𝒊𝒖̀ 𝒄𝒐𝒎𝒐𝒅𝒐 𝒓𝒊𝒎𝒆𝒅𝒊𝒐 𝒂𝒍𝒍𝒂 𝒑𝒂𝒖𝒓𝒂
    𝑫𝒊 𝒏𝒐𝒏 𝒆𝒔𝒔𝒆𝒓𝒆 𝒄𝒂𝒑𝒂𝒄𝒊 𝒂 𝒓𝒊𝒎𝒂𝒏𝒆𝒓𝒆 𝒔𝒐𝒍𝒊"