Viaggio sola

Discussione iniziata da flair il 26-01-2018 - 10 messaggi - 779 Visite

Like Tree16Likes
  • 5 Post By flair
  • 1 Post By Azzy
  • 3 Post By Regolarefollia
  • 3 Post By trale
  • 1 Post By Mercury3000
  • 2 Post By Regolarefollia
  • 1 Post By RestlessMind
  1. L'avatar di flair

    flair flair è offline JuniorMessaggi 1,834 Membro dal Jul 2015 #1

    Predefinito Viaggio sola

    Viaggio sola è un film di qualche anno fa che hanno riproposto recentemente in tv.
    E’ la storia di Irene (margherita Buy) che per lavoro soggiorna in hotel a 5* per dargli una valutazione. Durante il soggiorno a Berlino incontra una donna nel bagno turco e iniziano a conversare.
    Riporto le conversazioni fra le due donne che ritengo molto interessanti, sebbene tocchino in modo superficiale diverse tematiche che potrebbero essere oggetto di diversi thread.


    Un uomo si affaccia nel bagno turco ma vede le due donne e si ritrae. A quel punto Irene e Kate ridono.

    K: -Esagramma 33 dell’I Ching: Dun, la ritirata. Se ci fosse stata solo una di noi, non se ne sarebbe andato.
    I: Lei crede?
    K: Si, gli uomini si intimoriscono facilmente.
    I: Sembriamo così pericolose?
    K: No, per niente. Ma siamo in due e loro si sentono in difficoltà quando sono in minoranza. Spero che non le dispiaccia se l’abbiamo impaurito.
    I: Non era il mio tipo.
    K: Neanche il mio! Mi piacciono molto più giovani … Spero non le dia fastidio parlare con qualcuno in un bagno turco.
    I: Preferisco ascoltare.
    K: Una specie rara. Mi chiamo Kate.
    I: Irene.


    Nello spogliatoio

    I: Lavoro o piacere?
    K: Sono un’antropologa, mi occupo di sessualità e stasera presento il mio libro ad un talk show.
    I: Di cosa parla il suo libro?
    K: Degli effetti che la nostra cultura iper sessualizzata e l’immaginario pornografico hanno sulle donne, eccetera … è una lunga storia, non voglio annoiarla. Non ho niente contro chi vuole sembrare più giovane, ma si è mai chiesta perché le donne rifatte sono tutte uguali? Lo sapeva che i chirurghi plastici sono quasi tutti uomini? La mia teoria è che proiettano sulle pazienti il loro desiderio inconscio di un mondo popolato da donne identiche e interscambiabili che corrispondono al loro ideale di bellezza. Vogliono ricreare le attrici con cui si masturbavano da ragazzini al cinema.
    E lei? Come mai a Berlino?
    I: Di solito mento quando mi fanno questa domanda.
    K: Bene … Le cose si fanno interessanti.


    Le due donne si incontrano al bar dell’hotel.

    K: Cosa hai fatto con il tuo maggiordomo personale?
    I: Ancora niente, perché?
    K: Io ho dato al mio 100 dollari perché se ne andasse, mi stava con il fiato sul collo.
    I: Credo che lo farò anche io.
    K: Sai cosa mi fanno pensare tutte queste attenzioni? Che il lusso è una forma di inganno. Guardati intorno! Non hai la stessa impressione? Non c’è nulla di autentico qui dentro, tutto questo sfoggio di opulenza è solo un palcoscenico. Mi viene la claustrofobia, ho bisogno di rumore, di disordine per sentirmi viva. Il vero lusso è il piacere di una vita vera, vissuta fino in fondo e piena di imperfezioni, non credi? Prendo un Martini, tu?
    I: Anch’io.
    Passo il 90% del mio tempo in alberghi come questo, fingendo di essere qualcun altro.

    K: Perché non vieni con me, domani. Vorrei portarti in un ristorantino nel quartiere turco, puzza di aglio, non è il massimo in quanto a pulizia, ma per 10 dollari mangeremo cose favolose, che ne dici?
    I: Non vedo l’ora! … Due punti in meno.


    La sera Kate parla del suo libro durante il talk show :

    K: Voglio essere chiara, non ho niente contro la pornografia, infatti ne sono una consumatrice, sia da sola che con il mio compagno. Ma di certo non lascerò che le fantasie erotiche altrui mi dettino come comportarmi. C’è una grande differenza tra visione, ispirazione e imposizione.
    Dopo la rivoluzione femminista, ero certa che non ci saremmo più preoccupati del rapporto delle donne col sesso, del loro abbigliamento, delle loro aspettative sull’amore. Ero convinta che le nostre vittorie fossero un dato di fatto. Mi sbagliavo, guardatevi intorno. La cultura iper sessualizzata in cui siamo immersi definisce il successo di una donna esclusivamente sul suo potere di seduzione. Molte persone con cui ho parlato, donne ma anche uomini sentono il bisogno che l’incontro sessuale sia accompagnato da un’esperienza emotiva. Questa cultura ha rimpiazzato quello che negli anni 70 veniva chiamato “amore libero” dove il sesso veniva associato all’idea di intimità.
    Prendiamo in considerazione questa parola che sta diventando obsoleta: intimità. Non è una brutta parola, vero?


     
  2. L'avatar di francesco1983

    francesco1983 francesco1983 è offline Ex Utente di Amando.itMessaggi 5,459 Membro dal Mar 2015
    Località Italia
    #2

    Predefinito

    Ot
    Secondo me Margherita buy è l’antisesso Per eccellenza 😂
     
  3. L'avatar di Azzy

    Azzy Azzy è offline Super FriendMessaggi 6,559 Membro dal Dec 2015 #3

    Predefinito

    Io viaggio da sola
    flair likes this.
    Welcome Home
     
  4. L'avatar di Regolarefollia

    Regolarefollia Regolarefollia è offline FriendMessaggi 4,451 Membro dal Jun 2015
    Località Deep north east
    #4

    Predefinito

    Bel film.
    Penso che la lotta femminista abbia fallito, che sia riuscita a definire dei diritti essenziali, tra cui quello della gestione del proprio corpo, senza cambiare una società ancora fondamentalmente patriarcale. Così "l'amore libero" si è evoluto in un sesso deumanizzato.
    Per come stanno le cose oggi, credo che legare il sesso all'esperienza emotiva sia una forma di protezione della propria identità... e non solo per le donne.
    Azzy, rabe and flair like this.
     
  5. L'avatar di trale

    trale trale è offline SeniorMessaggi 12,513 Membro dal Feb 2015 #5

    Predefinito

    La cultura iper sessualizzata in cui siamo immersi definisce il successo di una donna esclusivamente sul suo potere di seduzione.
    Ah! Ecco qual è il mio problema allora comunque un pochino ci ero arrivata da sola, non sono così tonta. Consiglio il film comico (o drammatico a seconda dei punti di vista) "scusate se esisto", è molto illuminante per noi donne prive di potere seduttivo ... prive o decise a non utilizzarlo.

    Molte persone con cui ho parlato, donne ma anche uomini sentono il bisogno che l’incontro sessuale sia accompagnato da un’esperienza emotiva.
    Ma sarebbe un male questo?
    Azzy, Float and flair like this.
     
  6. L'avatar di Mercury3000

    Mercury3000 Mercury3000 è offline JuniorMessaggi 1,844 Membro dal Dec 2016 #6

    Predefinito

    Ieri sera in un documentario sulle donne del '68 una signora raccontava che ai tempi delle comuni, in cui le donne avrebbero dovuto sentirsi pari agli uomini, in realtà si riproponevano i soliti schemi; era solo un modo per gli uomini di avere sesso facile.
    Ma se le cose restano ancorate al passato è anche per la mentalità di alcune donne. Recentemente mi sono sentita dire da un'amica che chi fa sesso senza essere fidanzata è una ******* e da mia madre l'espressione "dare in pasto il mio corpo", come se fosse un sacrificio.
    flair likes this.
     
  7. L'avatar di Regolarefollia

    Regolarefollia Regolarefollia è offline FriendMessaggi 4,451 Membro dal Jun 2015
    Località Deep north east
    #7

    Predefinito

    L'autodeterminazione femminista non si è mai potuta esprimere appieno ma, se non altro (e non è poco), ha sdoganato il concetto del piacere della donna nel rapporto sessuale.
     
  8. L'avatar di flair

    flair flair è offline JuniorMessaggi 1,834 Membro dal Jul 2015 #8

    Predefinito

    @ Francesco1983
    Ah ah ah … Ma perché dici così … io adoro Margherita Buy e ti dirò di più, la prima volta che ho visto questo film è stata su un aereo mentre viaggiavo per lavoro e Irene mi assomiglia moltissimo, dal punto di vista caratteriale XD

    @Azzy
    Anche io viaggio molto da sola però, ogni tanto mi piace anche viaggiare in compagnia … naturalmente ci vuole la compagnia giusta e non è detto che vada bene per tutti i viaggi.

    @Trale
    No, non è un male … anzi.
    Infatti, nel film quando viene detta la parola “intimità” viene risaltata molto … purtroppo la trascrizione del dialogo, senza vedere la scena, non rende come dovrebbe.

    @Mercury e Regolare
    Anche se in modo trasversale, credo che il vostro discorso si lega un po’ a quello che faceva Rabe riguardo l’educazione nel topic della “libertà di essere importunate”.
     
  9. L'avatar di Regolarefollia

    Regolarefollia Regolarefollia è offline FriendMessaggi 4,451 Membro dal Jun 2015
    Località Deep north east
    #9

    Predefinito

    Mi inorgoglisce sapere che ragiono più o meno come Rabe. Ho smesso di leggere quella discussione, altamente urticante per i miei nervi.
    flair and trale like this.
     
  10. RestlessMind RestlessMind è offline Super ApprendistaMessaggi 538 Membro dal Jan 2017 #10

    Predefinito

    La visione e la spiegazione del rapporto donna-sessualità del film può essere condivisibile....peccato che giorno dopo giorno si assista a una retrocessione senza ritorno della femminilità intesa come particolare unico di ogni donna....la crescita personale porta proprio a questa autoconsapevolezza....ma il punto è che spesso le donne non si riescono ad ascoltare e perdono talmente il contatro con sé stesse da ritenersi addiritrura poco seduttive
    flair likes this.
     
Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]   [OK]